Van Basten: “Ecco il Milan più forte. Ibra? E' stato fondamentale”

L'ex attaccante olandese ricorda i suoi 4 gol segnati al Goterborg quando in panchina c'era Fabio Capello. E non solo
Van Basten: “Ecco il Milan più forte. Ibra? E' stato fondamentale”© LAPRESSE
4 min
TagsVan BastenIbrahimovic

Marco Van Basten, icona del popolo rossonero, ha raccontato i suoi 4 gol al Goteborg in un magica serata di Coppa, ha rivelato quale fu il Milan più forte e ha parlato anche del Diavolo di oggi, con Ibrahimovic decisivo per l'ultimo step, quello che ha portato al 19esimo titolo di campioni d'Italia.

Van Basten: “Feci poker al Goteborg, mi annullarono il quinto”

Si parte dunque dalla serata contro gli svedesi del Goteborg, quando il tulipano rossonero fece una scorpacciata di gol: “E' stata una serata particolare, di grande gioia e orgoglio. In quel periodo avevamo una grande squadra. In quella partita Massaro giocò terzino perché non c'era Maldini, vuol dire che tutti i giocatori sapevano cosa fare indipendentemente dal ruolo. Giocavo in coppia con Papin quella sera, lui non ha segnato, io ne ho fatti 4. La cosa più importante era la vittoria del Milan. Quella sera mi avevano anche annullato un gol".

Milan, big europee interessate a Leao
Guarda il video
Milan, big europee interessate a Leao

Van Basten: “Vi racconto il gol in rovesciata”

Richarlison, con il Brasile, ieri sera ha dato spettacolo segnando in sforbiciata contro la Serbia, proprio contro il Goteborg Van Basten trovò anche il modo di fare gol in rovesciata: “Il cross di Eranio era un po' arretrato e quindi ho dovuto per forza colpire la palla in rovesciata. E' andata bene".

Van Basten: “Quello di Capello fu il Milan più forte”

Rivela, Van Basten, qual è stato il miglior Milan negli anni in cui i rossoneri dominavano ovunque: “In quel periodo con Capello eravamo un grande gruppo. Con Sacchi sono stati anni importanti a livello tattico, mentre con Capello eravamo un po' più liberi. Capello ha lavorato di più sulla mentalità dei giocatori, anche perché tatticamente eravamo già a posto. Quello era il Milan più forte. Avevamo una difesa piena di stelle, a centrocampo c'erano altre stelle e così anche in attacco. Avevamo i giocatori più forti al mondo in tutti i reparti".

Van Basten: “Ibrahimovic ha regalato mentalità vincente”

Con una veloce macchina del tempo si passa al Milan di oggi: “Ibra è stato fondamentale per far crescere il Milan negli ultimi anni, soprattutto a livello di mentalità. Per tornare a vincere serviva fare questo passo in più e con Ibra lo hanno fatto". Lui c'era quando Ibra muoveva i primi passi nel mondo del calcio dei grandi: “All'Ajax ero l'assistente di Koeman quando lui arrivò. Era uno che mi sfidava in campo, ma io ero mezzo infortunato e quindi non potevo fare molto. Lui voleva invece sfidarmi sempre, è stato molto divertente".

Chiude con un sorriso, Marco Van Basten, l'uomo davanti al quale Adriano Galliani ha rivelato di inchinarsi sempre: “E' sempre bello per me parlare della mia vita milanista, sono stati anni bellissimi".

Serie A, le squadre con i giocatori che valgono di più: la classifica completa
Guarda la gallery
Serie A, le squadre con i giocatori che valgono di più: la classifica completa


Acquista ora il tuo biglietto! Vivi la partita direttamente allo stadio.

Milan, i migliori video

Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti