Ancelotti: "Napoli? Sono stato benissimo, nessuna rivincita", e sul futuro...

L'allenatore del Real Madrid è intervenuto in conferenza stampa e ha parlato della sua esperienza napoletana
2 min

Nessuna rivincita per Carlo Ancelotti contro il Napoli. L'allenatore del Real Madrid è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della gara di Champions League: "A Napoli sono stato benissimo, non bisogna parlare di vendette o rivendicazioni. Ma vogliamo vincere per blindare il primo posto".

Ancelotti e la previsione su Real-Napoli

Ancelotti, al Bernabeu, si aspetta una gara simile a quella del Maradona: "Fu equilibrata e potrebbe ripetersi lo stesso filone con il pallino del gioco a turno ad entrambe le squadre. Il Napoli è pericoloso in ripartenza con Osimhen e Kvaratskhelia, dovremo essere bravi a contenerli". L'allenatore del Real ha parlato anche del nuovo tecnico del Napoli: "Mazzarri non mi ha stupito, è un amico e un allenatore esperto che conosce bene il calcio italiano. E poi un cambio in panchina porta nei giocatori una motivazione supplementare".

Ancelotti parla del suo futuro al Real

Ancelotti non vuole soffermarsi sui tanti assenti, come Modric, ma elogia chi ci sarà, poi sul futuro e l'ipotesi rinnovo glissa e fa due esempi: "Quello di Simeone all'Atletico è un caso speciale, come Ferguson allo United. La vita in un club di solito è corta". Infine, a Sky, un passaggio sull'orgoglio italiano per gli altri sport: "Bagnaia ha fatto un bel colpo contro gli spagnoli e qui noi italiani abbiamo gioito, la stessa cosa vale per Sinner. Noi italiano siamo forti" ha concluso Ancelotti. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti