Fonseca: "Non mi arrendo, sento la fiducia di Friedkin. Dzeko non convocato"

Le parole del tecnico portoghese alla vigilia della sfida di campionato contro lo Spezia
Fonseca: "Non mi arrendo, sento la fiducia di Friedkin. Dzeko non convocato"© LAPRESSE
5 min

ROMA - Il giorno della verità, domani la Roma si gioca il futuro. Contro lo Spezia la squadra giallorossa scenderà in campo sapendo che il risultato segnerà in un modo o nell'altro il destino di Paulo Fonseca, messo in forte discussione dalla dirigenza (e alcuni giocatori) dopo il ko contro la Lazio e l'eliminazione dalla Coppa Italia. Questo pomeriggio il tecnico portoghese è intervenuto in conferenza stampa per presentare il match. 

Domani una partita molto delicata. Come arriva la squadra a questa partita? È in bilico il suo futuro?
"Io ho sempre sentito l'appoggio del presidente, anche oggi abbiamo parlato e ho sentito di nuovo il suo appoggio. Per me questa non è una questione".

Roma, i Friedkin irremovibili: Gombar non torna, giocatori a rischio 

Dzeko titolare?
"Sfortunatamente abbiamo qualche problema con i giocatori nella squadra. Pedro non sta bene, Mkhitaryan è in dubbio e Dzeko ha avuto una contusione nella partita. ieri ha sentito un fastidio e non sarà pronto per la partita. Il mio rapporto con Dzeko? Non dico altro, non può giocare. Sono concentrato sulla partita di domani". 

Come è possibile che nessuno conoscesse il regolamento sulle sostituzioni?
"È vero, dobbiamo tutti sapere le regole. Il problema è che le regole cambiano sempre, tutti gli anni cambiano. Non voglio scappare dalle responsabilità, ma adesso è tempo di pensare allo Spezia". 

Roma, i Friedkin irremovibili: Gombar non torna, giocatori a rischio

Conferma po smentisce le voci sul dopo partita? Cosa è successo con Dzeko?
"Sono qui da un anno e mezzo, conosco come funzionano le cose. Quando non vinciamo si vede sempre il male. Io non voglio contribuire alle speculazioni". 

Sente che la squadra è ancora dalla sua parte?
"Sì". 

Roma, clamoroso a Trigoria: "Non ci alleniamo"

Sarebbe pronto a dimettersi se la squadra non la seguisse più?
"Questo è un nuovo progetto, con un presidente nuovo. Col tempo sorgono le difficoltà e non dobbiamo crescere così. Io non sono quel tipo di persona che si arrende". 

Certo errori in campo da cosa dipendono?
"Nel calcio non ci sono errori non ci sono neanche i gol. In tutte le partite ci sono i gol, quindi gli errori. Noi lavoriamo tutti i giorni per migliorare". 

Friedkin vuole Allegri alla Roma!

Il mercato?
"Stiamo lavorando tutti insieme, io Pinto e i Friedkin per cercare le migliori soluzioni per aiutare la squadra". 

Pedro e Mkhitaryan?
"Pedro non può giocare, vediamo domani l'armeno". 

Roma, sorpasso per Reynolds: Juve beffata

Riguardo alla lettura della partita in corso?
"Quando vinciamo non ci sono problemi, quando perdiamo riemerge il problema. Ogni partita è diversa, io sbaglio come tutti". 

Borja Mayoral ha ricevuto critiche dopo lo Spezia.
"L'ho visto bene, per me ha fatto una grande partita. Ha creato molto, ha sbagliato il gol ma non possiamo dimenticare che è giovane e che per me la cosa più importante è sentire che sta lavorando bene. Il gol arriverà". 

Lo Spezia?
"Sarà una partita molto difficile, lo Spezia è una squadra con una identità e non cambiera le sue intenzioni. Stiamo preparando la partita per vincere". 

Perotti, stagione finita. Il Fenerbahce: "Mai visto un infortunio così"


Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti