Roma, il terzino è un problema: Karsdorp non basta e Reynolds va in tribuna

Mourinho ha bocciato lo statunitense anche contro il Verona: senza terzini in panchina lo spedisce in tribuna. Pinto studia l'innesto a gennaio
Roma, il terzino è un problema: Karsdorp non basta e Reynolds va in tribuna© LAPRESSE
Jacopo Aliprandi

ROMA - La Roma sbatte sul muro Verona e trova la sua prima sconfitta stagionale. Poco equilibrio e piani di gioco ancora da migliorare, ma i problemi per Mourinho arrivano dagli specifici reparti, in determinati ruoli rimasti scoperti dal mercato. Uno su tutti, la fascia destra. Non offensiva ma difensiva. Perché in quel ruolo al momento Mourinho sta prendendo in considerazione solamente Rick Karsdorp che in questo avvio di stagione non ha saltato una partita, facendo gli straordinari tra campionato e Conference League. 

La crescita dell'olandese è evidente dalla scorsa stagione, tante buone prestazioni sia in fase difensiva che in quella offensiva con l'aiuto agli attaccanti: ben tre assist in sette partite, ma inevitabilmente anche la stanchezza nelle parti finali dei match per il lavoro extra e a tutta fascia. La coperta è troppo corta sulla destra, manca il sostituto dell'olandese visti i problemi tecnici e di ambientamento di Reynolds, sempre più escluso dai meccanismi giallorossi.

La magia di Pellegrini non basta alla Roma: Mourinho ko 3-2 a Verona
Guarda la gallery
La magia di Pellegrini non basta alla Roma: Mourinho ko 3-2 a Verona

Il terzino statunitense era arrivato lo scorso gennaio dal Dallas Fc dopo un duello vinto sulla Juventus. Accordo in prestito con obbligoo di riscatto: la Roma ha pagato subito 100mila euro, poi 6,75 milioni di euro per il riscatto con bonus per 5,65 milioni. In più, alla MLS spetterà un 15% sulla futura rivendita. Una cifra importante per un giovane però non preso in considerazione prima da Fonseca e poi da Mourinho e che avrebbe bisogno di andare a giocare in prestito per capire il calcio europeo e migliorare nella tecnica. 

Soltanto due minuti in sette partite della Roma, la sua esclusione per scelta tecnica è la dimostrazione di un giocatore non all'altezza degli obiettivi della Roma. La conferma è arrivata anche ieri. Reynolds al Bentegodi è finito in tribuna nonostante fosse l'unico terzino a disposizione di Mourinho visti gli infortuni di Vina e Spinazzola. Al suo posto gli è stato preferito tra i dodici Filippo Tripi, difensore centrale-mediano adattato a terzino nel corso della pre season. Un segnale alla dirigenza, soprattutto a Tiago Pinto che nel mercato di gennaio dovrà cercare di cedere Santon (che come ha dichiarato Mou non sarà reintegrato in rosa) e mandare Reynolds in prestito per acquistare un terzino che possa aiutare Karsdorp. 

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti