Caldo record a Trigoria, le soluzioni per il ritiro della Roma

L’anticiclone africano Cerbero è pronto ad infiammare l’Italia con punte massime di temperature ben oltre i 40 gradi: Mourinho ha un piano
Caldo record a Trigoria, le soluzioni per il ritiro della Roma© LAPRESSE
4 min
Jacopo Aliprandi
TagsRoma

ROMA - Via alla prima parte della preparazione, ma il caldo sicuramente sarà il primo vero avversario stagionale della Roma. La nuova settimana si apre all’insegna delle alte temperature per l’anticiclone africano Cerbero che è pronto ad infiammare l’Italia con punte massime di temperature ben oltre i 40 gradi. Già negli ultimi due giorni i romani hanno dovuto fare i conti con il grande caldo, adesso Mourinho e i suoi giocatori dovranno sopportarlo durante gli allenamenti. «Qui fa proprio caldo», ha detto José una volta uscito dal fresco terminal di Ciampino. E alla base della riunione avuta dallo Special One sabato con il suo staff si è parlato anche di come cercare di contrastare le temperature che ogni giorno oscilleranno tra i 35 e i 39 gradi.

Roma, le soluzioni per evitare il caldo a Trigoria 

Per superare la “bolla rovente” di matrice sub-tropicale in risalita dal Nord Africa, gli allenamenti saranno programmati nelle prime ore del mattino e nelle tarde ore del pomeriggio, specialmente in questi primi giorni di raduno in cui il fisico dovrà riadattarsi all’intensa attività atletica dopo i 35 giorni di riposo. Quindi allenamenti previsti intorno alle 9-10 e poi alle 18-19, quando le temperature saranno più basse rispetto alle altre ore della giornata. Subito lavoro in campo ma con tante pause per reidratarsi, recuperare le forze e riprendere fiato. Tra un esercizio e l’altro, le pause per bere e rinfrescare la testa, ma anche la raccomandazione di sostenere una buona colazione e merenda (controllata dal nutrizionista di Trigoria) con tanta frutta per avere energie per il lavoro. Campo, ma anche la piscina: attività atletica anche dentro l’acqua, poi in palestra con una tempratura sicuramente più confortevole.  

Ritiro Roma, giorni liberi e amichevoli 

Per evitare di stressare il fisico, Mourinho concederà anche qualche giorno libero dopo gli intensi allenamenti. Un po’ di riposo per evitare sovraccarichi e infortuni. Ecco, qui il lavoro dei preparatori atletici, fisioterapisti e osteopati sarà fondamentale in una preparazione estiva caratterizzata sulla prevenzione agli infortuni. Un lavoro atletico accurato nella prima parte del raduno, ma sempre utilizzando il pallone per evitare sovraccarichi. Niente gradoni per intenderci, ma allenamenti graduali e che con il passare del tempo diventeranno più pesanti. Le prime amichevoli saranno contro rappresentative locali, non squadre di livello, per lavorare sul ritmo partita e la forma atletica. Poi con il passare dei giorni ci saranno sfide più importanti. La preparazione estiva nel calcio è sempre stata diversa dagli altri sport, con allenamenti subito intensi e che rischiano poi di scaricare la squadra nel corso della stagione. Ecco, la Roma proverà a cambiare formula per mantenere la condizione e ridurre gli infortuni muscolari. Sempre facendo i conti con il grande caldo di Trigoria. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti