Coronavirus, Stirpe: "Serie B? 3 promozioni o chiudere stagione nel 2021"

Il numero uno del Frosinone: "Non capisco perché ne dovrebbero salire solo due se le promozioni sono tre, mi sembra un'idea cervellotica di chi ha altri interessi. Pronti anche a tutelarci in ogni sede legale se prevalesse la logica delle due promozioni"
© Bartoletti

FROSINONE - Maurizio Stirpe, patron del Frosinone, ha toccato lo scottante tema Coronavirus, in particolare riferito alla Serie B: “Se si sono rinviate le Olimpiadi di un anno non capisco perché non si possa spostare la ripresa del campionato - esordisce ai microfoni di SerieBnews.com - La soluzione migliore sarebbe certo chiudere il torneo, ma se fosse impossibile ripartire sarebbere due le ipotesi da considerare. La prima è spalmare questa stagione sulla prossima chiudendo il tutto nel giugno 2021. Vorrebbe dire aver perso un anno e in questo modo verrebbero traslati all'annata successiva tutti i rapporti contrattuali".

Boris Johnson positivo al coronavirus
Guarda il video
Boris Johnson positivo al coronavirus

"La seconda ipotesi è cristallizzare le posizioni di classifica e i conti delle società al momento in cui il campionato è stato sospeso. Gli stipendi, i contributi e gli oneri fiscali andrebbero però fatti pagare fino alla sospensione e allo stesso tempo bisognerebbe risarcire sponsor, tifosi e televisioni per il servizio non offerto a partire dello stop. Naturalmente andrebbero cristallizzati pure i risultati sportivi, con la retrocessione delle ultime tre di A e la promozione delle prime tre di B. Non capisco perché ne dovrebbero salire solo due se le promozioni sono tre, mi sembra un'idea cervellotica di chi ha altri interessi. O le retrocessioni e promozioni avvengono come da naturale svolgimento del campionato, oppure non sale nessuno e si spalma il campionato in due anni. Noi siamo pronti anche a tutelarci in ogni sede legale se prevalesse la logica delle due promozioni”.

Coronavirus, i metodi della polizia indiana
Guarda il video
Coronavirus, i metodi della polizia indiana

Commenti