Caos Palermo, Albanese:
© LAPRESSE
Palermo
0

Caos Palermo, Albanese: "Situazione grave, sono preoccupato"

Il presidente del club rosanero: "È un problema che deve essere risolto". Il posticipo del CdA a domani, giovedì, ha scatenato la rabbia dei tifosi: lanciata una bomba carta

PALERMO - "C'è la consapevolezza che la situazione è seria e grave, sono attento e mi rendo conto che dobbiamo affrontare un problema che deve essere risolto. Nell'ambito di queste cose ho la mia preoccupazione, legittima direi, come tutti coloro che affrontano qualsiasi altra attività". Lo ha detto il presidente del Palermo, Alessandro Albanese, al termine della prima parte del Cda della società di viale del Fante che sta facendo il punto della situazione dopo la mancata presentazione della fideiussione per l'iscrizione alla Serie B e le criticità sul club rosanero che stanno emergendo di ora in ora. Il Consiglio di amministrazione del Palermo che era stato sospeso e aggiornato alle 19 è stato posticipato alle 12 di domani. La riunione era stata aggiornata al tardo pomeriggio per consentire alla proprietà, rappresentata dal direttore finanziario di Arkus Network Salvatore Tuttolomondo, di dare evidenza dell'elenco dei bonifici per il pagamento degli stipendi dei calciatori. La notizia ha acceso gli animi dei tifosi presenti davanti allo stadio Barbera che hanno lanciato una bomba carta e danneggiato una vettura in sosta sul piazzale. Allo stadio ci sono i reparti celeri della polizia a presidio. I dirigenti del Palermo sarebbero stati fatti uscire da un ingresso secondario. Per domani alle 15,30 il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ha convocato una conferenza stampa per affrontare la questione legata al club.

Clamoroso Palermo: non è iscritto al campionato di Serie B

Tuttolomondo: "Nessuna preoccupazione per l'iscrizione"

Tutte le notizie di Palermo

Per approfondire

Caricamento...
Caricamento...
Caricamento...

In edicola

Prima pagina