F1, Binotto: "Non sono soddisfatto, si prova sempre a vincere"

Le parole del team principal della Ferrari al termine del Gp di Miami, in cui la Rossa è salita sul podio ma la vittoria è andata a Verstappen.
F1, Binotto: "Non sono soddisfatto, si prova sempre a vincere"© EPA
TagsF1gpmiamiBinotto

MIAMI - Si può essere amareggiati per un secondo ed un terzo posto? La risposta è sì se l'obiettivo è vincere e se ad esserlo è un uomo ambizioso come Mattia Binotto. Il team principal della Ferrari è intervenuto ai microfoni di Sky Sport al termine del Gp di Miami ed ha ammesso di non essere soddisfatto del piazzamento della Rossa in Florida. Charles Leclerc e Carlos Sainz sono stati infatti beffati da Max Verstappen, che ha superato entrambi e si è aggiudicato la vittoria. Weekend che, nel complesso, ha dunque sorriso più alla Red Bull che alla scuderia di Maranello.

La sincerità di Binotto

"Nelle ultime due gare la Red Bull è stata più veloce di un paio di decimi al giro, perciò c'è delusione. Si prova sempre a vincere, ergo non sono soddisfatto. Dobbiamo sviluppare e lavorare, mentre per quanto riguarda il gap ci auguriamo di recuperarlo in Spagna. La Red Bull ha speso molto, speriamo che abbia meno soldi di noi - ha detto Binotto, per poi proseguire - Sainz e Leclerc hanno lavorato bene, sono il duo migliore della pit lane. Dopo cinque gare siamo al comando dei due Mondiali, ma la stagione è ancora lunga e c'è tanta voglia di fare".

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti