Le ciclabili di Roma si illuminano: nuovi impianti a LED per aumentare la sicurezza

Virginia Raggi: “I dispositivi si ricaricano con la luce solare durante il giorno e in automatico si accendono quando fa buio. Bella novità per rendere la città più sicura”
Le ciclabili di Roma si illuminano: nuovi impianti a LED per aumentare la sicurezza

Dopo aver inaugurato nei giorni scorsi la “dorsale delle ville storiche” - la pista ciclabile che dal Salario attraversa i Parioli per arrivare al centro di Roma -, ecco che dal Comune di Roma giungono ulteriori e importanti novità per quel che riguarda la viabilità ciclopedonale di quel tratto di strada.

Infatti, nella parte tra viale Rossini davanti Villa Taverna e in prossimità degli attraversamenti pedonali di Piazza Ungheria, sono stati montati dei nuovi dispositivi a LED in grado di illuminare l’intero percorso appena inaugurato.

Roma, nuova linea tram 1: ecco il progetto per collegare Termini-Vaticano-Aurelio

UN PERCORSO PIÙ SICURO

Per molti cittadini romani la bici sta diventando un mezzo di trasporto sempre più utile e comodo per gli spostamenti tra le vie della città e proprio per questo motivo, già da diversi mesi, era scaturita la necessità di sviluppare nuove piste ciclabili nei quartieri della Capitale.

Le nuove luci montate in alcuni tratti della “dorsale delle ville storiche” ne sono un chiaro esempio:

Stiamo sperimentando nuove soluzioni per rendere ancora più sicura e visibile questa pista ciclabile, anche di sera - ha dichiarato la Sindaca di Roma, Virginia Raggi - I nuovi dispositivi a led […] si ricaricano con la luce solare durante il giorno e in automatico si accendono quando fa buio, con un notevole risparmio energetico e sulla futura manutenzione. Una bella novità per rendere la nostra città ancora più bella e attrattiva”.

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti