Corriere dello Sport

SuperLega

Vedi Tutte
SuperLega

Volley: Play Off 5° posto, Verona e Piacenza sul 2-0, Molfetta pareggia i conti

Volley: Play Off 5° posto, Verona e Piacenza sul 2-0, Molfetta pareggia i conti
© Legavolley

In Gara 2 dei Quarti la formazione di Grbic vince ancora al tie break su Sora, la squadra di Giuliani espugna Latina, i pugliesi, privi di Sabbi, battono Monza davanti al pubblico amico

Sullo stesso argomento

 

domenica 2 aprile 2017 18:15

ROMA- Nelle tre sfide odierne valevoli per Gara 2 dei Quarti di finale del torneo che vale il quinto posto, Verona e Piacenza bissano il successo di Gara 1 portandosi 2-0 nella serie. Gli scaligeri vincono ancora al tie break su Sora al termine di un match sostanzialmente equilibrato. La formazione di Giuliani si impone a Latina in rimonta dopo aver perso il primo set. L’unica a far valere il fattore campo è Molfetta che supera Monza davanti al proprio pubblico, nonostante il forfait di Sabbi, e riporta in parità la serie. Completa il quadro di gara 2 dei Quarti il match in programma domani a Forlì fra Bunge Ravenna e Tonno Callipo Vibo Valentia.

LE TRE SFIDE-

EXPRIVIA MOLFETTA - GI GROUP MONZA-

L’Exprivia Molfetta si aggiudica Gara 2 dei Quarti di Finale dei Play Off Challenge contro il Gi Group Monza e riporta in parità il conto della serie. Non una gara semplice per i molfettesi, costretti a fare a meno dell’opposto Sabbi, fermato da un infortunio nel riscaldamento pre-gara. Eppure, i biancorossi partono bene nei primi due set, dominando nettamente il primo e aggiudicandosi ai vantaggi il secondo. Poi il ritorno dei lombardi, mai domi, e la parola fine sul match scritta dai padroni di casa grazie all’ottima prestazione del centrale Vitelli, MVP di serata e autore di 14 punti, con il 75% in attacco, di cui 5 ace e tre muri. Insolito top scorer per l’Exprivia Alberto Polo, 15 punti di cui 6 muri. Tra le fila ospiti brilla Fromm, miglior realizzatore del match con 17 punti. Nell’Exprivia funziona il fondamentale della battuta con 11 servizi vincenti, mentre Monza si ferma al 36% di ricezione positiva.

Coach Falasca schiera la diagonale Jovovic-Hirsch, Botto e Fromm ai lati, Verhees e Beretta coppia centrale. Libero l’ex Rizzo. Gulinelli, invece, sceglie la diagonale composta da Thiaguinho e Hendriks, Olteanu e Joao Rafael agiscono di banda, Polo e Vitelli centrali, De Pandis libero.

Parte bene l’Exprivia nel primo set confezionando il primo break della gara grazie al doppio ace di Vitelli (10-7). Buono l’avvio di gara di Hendriks, sostituto dell’illustre Sabbi, che costringe Falasca a chiamare time out sul 15-10. Il coach dei lombardi prova a scuotere i suoi inserendo Dzavoronok e Vissotto e, complice l’ottimo turno in battuta di Verhees, il Gi Group si riporta sul -3 (19-16). L’Exprivia chiude con l’ace di Vitelli (25-17).

L’avvio del secondo set si gioca sul filo dell’equilibrio, ma a spezzarlo è ancora l’Exprivia con l’ace di Thiaguinho (9-6) che poi allunga con la pipe di Joao Rafael e costringe Falasca a richiamare ancora i suoi (13-8). I lombardi si riportano sotto sfruttando nuovamente il break in battuta di Verhees e confezionano il sorpasso grazie a capitan Botto (15-17). I biancorossi interrompono il ruolino del lombardi ed è con Vitelli in battuta che creano i maggiori pericoli, riportando il set in parità. Il finale si gioca punto su punto, ed è l’Exprivia a imporsi ai vantaggi grazie all’ace di Hendriks (26-24).

Equilibrato anche l’avvio del terzo set fino all’8-8, poi sale in cattedra Monza e inanella un filotto di 8 punti consecutivi (8-16). L’Exprivia prova a rialzarsi con Olteanu e Vitelli, ma è Botto a regalare il set ai suoi (19-25).

Le due squadre si danno battaglia anche nel quarto set, la novità è l’ingresso di Sabbi che si iscrive al tabellino con il punto che vale l’8-8. I lombardi si portano davanti sfruttando gli errori di Olteanu e Polo (10-13) ma è un break in battuta dello stesso centrale molfettese, in collaborazione con il collega di reparto Vitelli, a garantire il sorpasso (17-13). Il Gi Group non si perde d’animo e, con grande caparbietà, rosicchia punti importanti ai molfettesi (20-20) ma, dopo un soffertissimo finale, la spunta l’Exprivia grazie all’errore in battuta di Fromm.

I PROTAGONISTI-

Marco Vitelli (Exprivia Molfetta)- « Vittoria importantissima perché nelle serie Play Off bisogna sempre sfruttare il fattore campo. Dobbiamo andare a Monza rischiando il tutto per tutto e tirando in battuta sin dall’inizio, come abbiamo fatto oggi. In questo match siamo stati bravi a mettere pressione agli avversari sin dalle prime fasi ».

Nikola Jovovic (Gi Group Monza)- « Sapevamo bene che Molfetta in casa fosse tutta un’altra squadra. Al PalaPoli i nostri avversari sanno dimostrare tutto il loro valore e godono della spinta del loro pubblico; non bisogna concedere alcun punto, altrimenti il rischio è che scappino via. È mancata la ricezione e un po’ tutti i fondamentali nei primi due parziali. Sapevamo sin dall’inizio che questa sarebbe stata una serie lunga. Cercheremo di farla nostra perché anche noi in casa giochiamo la nostra miglior pallavolo ».

IL TABELLINO-

EXPRIVIA MOLFETTA - GI GROUP MONZA 3-1 (25-17, 26-24, 19-25, 25-23)

EXPRIVIA MOLFETTA: Pontes Veloso 2, De Barros Ferreira 14, Polo 15, Hendriks 13, Olteanu 13, Vitelli 14, Porcelli (L), De Pandis (L), Sabbi 2, Partenio 0, Del Vecchio 0. N.E. Leite Costa, Jimenez. All. Gulinelli.

GI GROUP MONZA: Jovovic 4, Botto 12, Beretta 6, Hirsch 5, Fromm 17, Verhees 7, Brunetti (L), Rizzo (L), Daldello 0, Dzavoronok 1, Vissotto Neves 12, Galliani 0. N.E. Terpin. All. Falasca.

ARBITRI: Frapiccini, Turtu'.

NOTE - durata set: 23', 33', 28', 29'; tot: 113'.

TOP VOLLEY LATINA - LPR PIACENZA-

La LPR Piacenza si porta a casa anche Gara2 dei quarti Superlega Play Off Challenge UnipolSai espugnando in quattro set il PalaBianchini. Ora il team emiliano ha la possibilità di chiudere la serie già domenica 9 aprile a Piacenza. Una gara dai due volti, quella di oggi, con Latina protagonista nel primo set. Poi un po’ il calo in attacco dei locali e un po’ la crescita a muro e in battuta degli ospiti hanno cambiato l’inerzia della gara.

Alberto Giuliani schiera Hierrezuelo al palleggio e Hernandez opposto, Alletti e Di Martino (cambio Under in battuta con Cottarelli) centrali, Marshall e Clevenot schiacciatori, Manià libero. Daniele Bagnoli risponde con Sottile in regia e Fei opposto, Rossi e Gitto al centro, Maruotti e Ishikawa di banda, Fanuli libero.

Inizia subito bene Latina con i servizi di Sottile finalizzati da Ishikawa (due muri) sul 6-1, Hernandez (ace) accorcia sul 6-4, ma la Top Volley con Gitto (muro), Maruotti allunga 9-4 e poi con Rossi e Gitto (muro) 16-8. Ace di Marshall per il 18-14, girandola di cambi con il set che si chiude 25-19. Inizia bene Piacenza il secondo set con Hernandez (un ace), Cottarelli (un ace) e Alletti sul 6-13, con i servizi di Ishikawa (un ace). Latina accorcia 12-13, ma Piacenza allunga di nuovo 17-21 e chiude 20-25. Terzo set con avvio in equilibrio, poi Piacenza sblocca portandosi 8-12. Fei (un ace) al servizio pareggia i conti sul 15-15. La LPR va ancora in fuga con Cottarelli (ace) e i muri di Hierrezuelo 18-22, ma Maruotti (un muro) ricuce 21-22, ma Clevenot chiude 22-25. Nel quarto set Bagnoli tenta le carte Klinkenberg schiacciatore e Penchev opposto, ma Di Martino stampa due muri per lo 0-4, Hernandez (un ace) allunga 6-13. Rientra Fei che accorcia sul 13-17, ma Clevenot e Marshall chiudono 17-25.

I PROTAGONISTI-

Daniele Sottile (Top Volley Latina)- « Si è complicata la situazione. Sia oggi che domenica non abbiamo sfruttato le occasioni concesse dagli avversari. Siamo stati bravi nel primo set, ma poi abbiamo faticato in attacco ».

Fernando Hernandez (LPR Piacenza)- La lunga trasferta di otto ore ha certamente pesato sul rendimento del primo set, poi abbiamo iniziato a fare il nostro gioco e siamo cresciuti a muro e in battuta. Domenica mi aspetto un’altra sfida difficile perché Latina ha ottimi giocatori d’esperienza come Sottile e Fei, che non lasceranno la presa. Noi cercheremo di chiuderla ».

IL TABELLINO-

TOP VOLLEY LATINA - LPR PIACENZA 1-3 (25-19, 20-25, 22-25, 17-25)

TOP VOLLEY LATINA: Sottile 1, Ishikawa 9, Gitto 9, Fei 13, Maruotti 13, Rossi 5, Caccioppola (L), Fanuli (L), Pistolesi 0, Strugar 0, Penchev 1, Quintana Guerra 1, Klinkenberg 3. N.E. All. Bagnoli.

LPR PIACENZA: Hierrezuelo 7, Clevenot 13, Di Martino 7, Hernandez Ramos 28, Marshall 10, Alletti 8, Papi (L), Parodi 0, Yosifov 1, Cottarelli 2, Manià (L). N.E. Zlatanov, Tencati, Tzioumakas. All. Giuliani.

ARBITRI: Zanussi, Cesare.

NOTE - durata set: 22', 27', 26', 23'; tot: 98'.

BIOSÌ INDEXA SORA - CALZEDONIA VERONA-

Al PalaGlobo “Luca Polsinelli” la BioSì Indexa Sora gioca alla pari con gli scaligeri, ma non riesce a pareggiare i conti con la Calzedonia Verona.

Finisce 2-3 la Gara 2 dei Quarti Play Off Challenge UnipolSai, con I veneti che si impongono in rimonta beffando al fotofinish il sestetto volsco, che continua a mostrare la parte migliore senza centrare il risultato positivo.

A farla da padrone e sempre l’equilibrio tra due squadre che continuano a tenersi testa a vicenda. Come in un film già visto, la Calzedonia Verona mette la freccia e passa in vantaggio nella serie per 2-0 con un discreto dispendio di energie in una gara dai due volti.

Gli scaligeri hanno messo in campo tutte le loro risorse per trovare la carta vincente. I posti 4 gialloblù, decisivi nel primo match, oggi sono stati seguiti con attenzione dalla prima linea locale, abile nel limitarne l’efficienza con un’ottima correlazione di lettura e di muro-difesa. Per quanto riguarda la fase offensive, Sora ha mantenuto con continuità un buon livello al servizio.

In apertura di match Sora si mostra subito aggressiva nella fase offensiva e, con il muro puntuale, le bocche da fuoco a segno da ogni posizione e una battuta chirurgica, si porta subito avanti 1-0. Per il secondo parziale coach Grbic trova una risposta vincente con l’inserimento di Ferreira in posto 4 per la parità. Nel segno del capitano volsco il terzo set che, con i suoi 7 punti e i 4 ace di squadra, si traduce nel nuovo vantaggio del 2-1. Più equilibrio in campo per la quarta frazione che si gioca palla su palla con Verona tenace e Sora ansiosa di chiudere. L’affondo decisivo arriva sul 17-17 con il solito Kovacevic (10 pt/set) in cattedra per il 20-25 che porta tutti al tie break. Quinto set al cardiopalma (10-10). La sofferenza del pubblico continua ai vantaggi, con Sora che spreca un match ball al servizio e Verona che ne approfitta con due azioni fotocopia di Mengozzi a muro per il 15-17.

I PROTAGONISTI-

Maurizio Colucci (Allenatore BioSì Indexa Sora)- « Anche oggi abbiamo giocato una gara ad alto livello. Per questo sono molto soddisfatto. Rispetto al match precedente abbiamo sistemato alcune cose riconfermando ciò che di buono avevamo già fatto. Nonostante questo, però, anche oggi il risultato ci è stato sfavorevole. In Gara3 non ci resta che riproporre tutta la positività delle prime due partite cercando quel risultato che fino a oggi è mancato ».

Nikola Grbic (Allenatore Calzedonia Verona)- « E' stata una vittoria di squadra. Abbiamo iniziato in un modo e finito in maniera completamente differente. Tutti quelli che sono entrati in campo hanno aiutato la squadra a vincere. Sono molto contento del fatto che, nonostante le molte difficoltà, siamo riusciti a portare a casa il risultato ».

IL TABELLINO-

BIOSÌ INDEXA SORA - CALZEDONIA VERONA 2-3 (25-21, 22-25, 25-15, 20-25, 15-17)

BIOSÌ INDEXA SORA: Seganov 2, Rosso 25, Gotsev 12, Miskevich 19, Kalinin 9, Mattei 6, Corsetti (L), Santucci (L), Tiozzo 0, Sperandio 0, Marrazzo 0. N.E. Mauti, Lucarelli, De Marchi. All. Colucci.

CALZEDONIA VERONA: Baranowicz 1, Kovacevic 27, Anzani 3, Stern 22, Randazzo 3, Zingel 4, Frigo (L), Ferreira 8, Giovi (L), Lecat 3, Mengozzi 4, Paolucci 0. N.E. All. Grbic.

ARBITRI: Luciani, Braico.

NOTE - durata set: 25', 27', 21', 24', 18'; tot: 115'.

I RISULTATI-

Biosì Indexa Sora-Calzedonia Verona 2-3 (25-21, 22-25, 25-15, 20-25, 15-17);

Bunge Ravenna-Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia Si gioca domani ore 20.30;

Top Volley Latina-LPR Piacenza 1-3 (25-19, 20-25, 22-25, 17-25);

Exprivia Molfetta-Gi Group Monza 3-1 (25-17, 26-24, 19-25, 25-23).

Articoli correlati

Commenti