Mondiale per club, l’Inter ci sarà. Napoli, Juve e Milan? La situazione

Reduci dalla qualificazione agli ottavi di Champions League, i nerazzurri staccano il pass per il torneo Fifa. Garcia, Allegri e Pioli sperano
3 min
Giorgio Coluccia

Non solo l’ultima squadra italiana ad aver giocato una finale di Champions, ma anche la prima a conquistare un pass per il nuovo Mondiale per club studiato dalla Fifa. Traguardi che testimoniano sempre più la caratura internazionale raggiunta dall’Inter di Simone Inzaghi, arrivata a questo punto grazie alle prestazioni continentali dell’ultimo quadriennio, sfoderate soprattutto nella passata stagione con quella cavalcata durata fino alla finale di Istanbul. In base ai risultati ottenuti nell’attuale Champions e nelle tre edizioni precedenti, le altre compagini italiane a sperare in un posto nel torneo Fifa sono Milan, Napoli e Juve, con quest’ultima che però non partecipa all’edizione attuale.

Mondiale 2025, torneo extra large

La prima edizione del nuovo Mondiale per club si disputerà tra giugno e luglio 2025 negli Stati Uniti, con 32 squadre che verranno divise in otto gruppi da quattro come accade per l’attuale fase a gironi della Champions. Ogni Paese può portare al massimo due club, a meno che più squadre della stessa nazione non si impongano nella competizione continentale a cui appartengono come successo per esempio con il dominio verdeoro in Libertadores. L’Europa avrà diritto in tutto a 12 posti, di cui 8 da assegnare tramite il ranking Uefa dell'ultimo quadriennio e 4 riservati alle vincenti delle ultime quattro edizioni della Champions. Di conseguenza Chelsea, Real Madrid e Manchester City hanno già un posto garantito, in attesa di scoprire chi alzerà il trofeo nella prossima finale a Wembley. Andando fuori dai confini europei, per lo stesso motivo hanno un biglietto in tasca anche le ultime tre brasiliane vincitrici della Copa Libertadores (Palmeiras, Flamengo e Fluminense). A queste squadre si aggiungeranno altre tre compagini dal Sud America, quattro da Asia (fin qui Al-Hilal e Urawa Reds), Africa (Al-Ahly e Wydad Casablanca) e Nord America (Monterrey, Seattle Sounders e Lèon), oltre a uno slot a testa riservato alla realtà ospitante e all’Oceania. Il torneo avrà cadenza quadriennale, proprio come accade per quello riservato alle nazionali, e anticiperà di un anno la Coppa del Mondo prevista tra Stati Uniti, Canada e Messico. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti