Rebus Mbappé: ora è il Psg a spingere per la cessione, il Real Madrid aspetta

Scenari capovolti rispetto a un anno fa, quando i parigini riuscirono a trattenere l'attaccante corteggiato dagli spagnoli: i dettagli
Rebus Mbappé: ora è il Psg a spingere per la cessione, il Real Madrid aspetta© EPA
2 min

PARIGI (FRANCIA) - Scenari capovolti rispetto a un anno fa e l'affare Mbappé diventa un vero e proprio rebus. Dopo aver preferito restare al Paris Saint-Germain la scorsa estate, respingendo da svincolato la corte del Real Madrid, l'attaccante francese ha comunicato ai parigini di non voler esercitare l'opzione per il terzo anno di contratto e si libererà così a parametro zero nel giugno 2024.

Mbappé, scenari capovolti

Una scelta che 'costringe' ora a venderlo la proprietà qatariota del Psg che l'anno scorso, con la 'complicità' del presidente francese Emmanuel Macron, fecero di tutto per trattenere Mbappé all'ombra della Tour Eiffel. Con il Mondiale in Qatar ormai in archivio e con il terrore di perdere a zero una stella di tale valore, i campioni di Francia ora vogliono venderlo mentre il Real Madrid (che due anni fa offrirono invano 200 milioni per strapparlo ai parigini) stavolta è nella posizione di chi può aspettare per averlo gratis tra 12 mesi, come del resto ha fatto intendere il presidente Florentino Perez a un tifoso che gli chiedeva informazioni al riguardo.

Mbappé, il futuro è un rebus

Trasferimento sfumato? Non è detto, perché Mbappé ha sì detto che vule restare un'altra stagione a Parigi, ma come spiega il giornale spagnolo 'As' potrebbe essere interessato a partecipare da protagonista all'inaugurazione del nuovo 'Bernabeu' il prossimo dicembre, un evento che sarà seguito dai media di tutto il mondo. E il Real Madrid, con il mercato in entrata chiuso (sono arrivati Fran Garcia, Brahim Diaz, Bellingham e Joselu) ha comunque lasciato libero il numero 9 ('negato' allo stesso Joselu). Forse un 'indizio' che tutto può ancora succedere...  


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti