Lazio, retroscena Maximiano: un mese fa lo voleva Simeone all'Atletico

Settimana decisiva per il portiere portoghese, vicino all'approdo all'Almeria: tutti i dettagli
Lazio, retroscena Maximiano: un mese fa lo voleva Simeone all'Atletico© Getty Images
5 min
Fabrizio Patania

ROMA - L'Almeria aspetta Maximiano e deve scegliere il portiere entro venerdì: 9 milioni e bonus l’offerta alla Lazio per un totale di 10. Il portoghese non è l’unico candidato. Lotito e Sarri, per adesso, non cedono. Falcone è stato riscattato dal Lecce, Audero ha scelto l’Inter. E allora alla Lazio riflettono. Mau non se la sente di cambiare il vice, esattamente come era accaduto a gennaio, quando aveva bloccato la possibile cessione del portoghese al Nottingham Forrest, a meno che non abbia un portiere affidabile. Maximiano, che la scorsa estate era partito titolare, salvo perdere il posto alla prima giornata dopo l’espulsione con il Bologna, da un anno lavora e si allena a Formello, offre determinate garanzie. E’ costato quasi 12 milioni e la società biancoceleste continua a crederci, vorrebbe valorizzarlo: si scontrano due esigenze, la voglia del portoghese di cominciare a giocare (non trovando spazio dietro a Provedel, miglior portiere della Serie A nella passata stagione), l’esigenza tecnica e societaria di avere due buoni numeri uno nella stagione che conduce al girone di Champions

Sondaggio

Un altro aspetto considerato a Formello riguarda l’elevato numero di richieste arrivate dalla Liga per l’ex Granada. Un mese fa, ecco il retroscena, lo aveva cercato l’Atletico Madrid. Ci pensava il Cholo. Simeone lo avrebbe voluto come riserva di Oblak, certo senza garantirgli lo spazio e la titolarità che invece gli assicurerebbe l’Almeria. Il club spagnolo proponeva alla Lazio lo scambio con Ivo Grbic, portiere croato di 27 anni, in scadenza nel 2024. Non se n’è fatto di niente. Ora si tratta di decidere il suo destino.

Handanovic

La riflessione riguarda l’aspetto economico. La Lazio avrebbe la possibilità di recuperare l’investimento compiuto l’estate scorsa. E difficilmente si può mettere in discussione Provedel. Ci sono tanti discreti e affidabili portieri che accetterebbero il ruolo di vice. E’ stato proposto Samir Handanovic, 39 anni, svincolato dall’Inter, già transitato (in prestito dall’Udinese) a Formello nel 2006, quando si ritrovò per sei mesi come terzo di Peruzzi e Sereni. Sono indiscutibili valore ed esperienza, ha perso il posto solo nello scorso autunno con Onana. La Lazio, però, ha investito un anno fa su Provedel e Maximiano, guardando al futuro. Non si vogliono ripetere esperienze tipo Reina. Ieri circolava la candidatura di Andrea Consigli del Sassuolo, guarda caso un altro nome trattato in passato dalla Lazio di Tare e Inzaghi: nessuna conferma raccolta a Formello, poi può succedere di tutto e ci sono tante anime dietro la figura di Lotito, accentratore delle manovre di mercato. 

Danese

Gli agenti di Isaksen hanno proposto Frederick Ronnow, 31 anni, portiere dell’Union Berlino, 8 presenze con la Danimarca, 29 nell’ultima stagione in Bundesliga. Il suo contratto scade nel 2024, non rinnova, può essere in uscita e rappresenta una buona occasione. Ha giocato con Schalke 04, Eintracht Francoforte e Broendby. Stessa scuderia (Boutique Transfer) di Kristiansen, il terzino del Leicester. Un nome da tenere in considerazione, per via dei rapporti tra Lotito e Setti, resta quello di Lorenzo Montipò, 27 anni, portiere del Verona, ex Benevento. Era stato accostato alla Lazio a metà luglio. Nessuna possibilità per Salvatore Sirigu, svincolato, già bocciato l’estate scorsa. Tutte ipotesi distanti. Al momento Maximiano sembra destinato a restare alla Lazio


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti