Corriere dello Sport

Juve

Vedi Tutte
Juve

Juventus, Zaza: «La sconfitta con il Sassuolo ha rappresentato la svolta»

Juventus, Zaza: «La sconfitta con il Sassuolo ha rappresentato la svolta»
© ANSA

L'attaccante bianconero rivelazione della stagione: «Dopo quella sconfitta i veterani si fecero sentire. Di Francesco? Un grande allenatore»

Sullo stesso argomento

 

mercoledì 9 marzo 2016 16:38

TORINO - E' arrivato alla Juventus tra lo scetticismo dei tifosi, che però in brevissimo tempo si sono dovuti ricredere. Ora è un idolo dei supporters bianconeri, che si sono innamorati della sua grinta e dei suoi gol impossibili. Simone Zaza, alla vigilia della partita con la sua ex squadra ha parlato ai microfoni di Sky Sport: «Era un momento negativo per noi. Dopo quella sconfitta ricordo che i veterani si fecero sentire. Da lì penso, anche inconsciamente, c'è stata la svolta della squadra. Poi personalmente di quella partita ricordo emozioni brutte, ma devo dire la verità anche belle, perché avevo rincontrato il mio passato. In ogni caso, per quanto riguarda la squadra quello è stato il momento della svolta».

JUVE, STIPENDI: POGBA IL PIU' PAGATO

DI FRANCESCO - Sul suo ex allenatore, Eusebio Di Francesco, al centro di numerose voci di mercato, che lo vogliono il prossimo anno sulla panchina di una big: «Per quanto riguarda il mister non posso far altro che ringraziarlo, perché è stato fondamentale per la mia crescita. Io dico che è già in una grande squadra, perché il Sassuolo è davvero forte. Come ogni giocatore o allenatore che fa bene è normale che ambisca ad andare in un top club, poi il suo futuro non lo so. Però secondo me è pronto».

JUVE, GUARDIOLA TI HA BEFFATO PER GUNDIGAN

IL MOMENTO DELLA JUVE - Per ciò che riguarda il momento vissuto dalla sua squadra e i prossimi impegni: «Stiamo facendo bene, anche quando non riusciamo a esprimere al meglio il nostro gioco portiamo a casa il risultato che è la cosa più importante. Prima del Bayern c'è il Sassuolo, perciò dobbiamo pensare prima a questa sfida. Poi ovviamente contro il Bayern sappiamo che sarà difficilissimo, ma assolutamente non impossibile».

MARCHISIO AVVISA IL BAYERN: «LA JUVE C'E' SEMPRE»

MORATA - Zaza ha stretto un bel rapporto di amicizia con il suo coetaneo e compagno di reparto Morata: «Io e Alvaro siamo molto amici e stiamo spesso insieme fuori dall'ambiente sportivo. Il fatto che siamo diversi, forse, non è neanche tanto vero. Siamo molto simili sotto tanti punti di vista. Per esempio? Ci piace rilassarci nello stesso modo o abbiamo gli stessi hobby. Io sono contento quando lui fa gol e lui è contento quando faccio gol io ovviamente. Non c'è nessun tipo di rivalità. Anche se nella normalità ci dovrebbe essere, ma è una sfida positiva, nel senso che ci stimoliamo a vicenda».

OBIETTIVI - Il centravanti della Juventus piace molto al ct della nazionale Antonio Conte: «Come ho sempre detto, e non ho mai nascosto, il mio obiettivo è quello di far parte dell'Europeo. Quindi cercherò di dare sempre il massimo per fare bene con la Juve e di conseguenza per fare bene con la nazionale»

JUVE, ECCO KRYCHOWIAK

BERARDI - Nel futuro della Juventus c'è anche il suo ex compagno di squadra Domenico Berardi: «Domenico è un'altra persona con la quale mi trovavo molto bene fuori dal campo. Ci siamo aiutati a vicenda, perché comunque abbiamo fatto questo percorso dei primi due anni in Serie A, dove siamo cresciuti, siamo migliorati e abbiamo fatto cavolate insieme e poi abbiamo capito di aver sbagliato. È davvero un talento. Lui ha aiutato me a fare i gol e io ho aiutato lui a fare gol con i movimenti che chiedeva il mister l'anno scorso. Ovviamente a me piace giocare con i più forti lui secondo me è uno dei più forti che ci sono in Italia, perciò un giorno spero di rincontrarlo, perché oltre ad essere un calciatore è anche un amico».

BERARDI-JUVE NON E' DETTO

TUTTE LE NOTIZIE SULLA JUVENTUS

 

 

 

Articoli correlati

Commenti