Roma, Zaniolo vola in Austria per il controllo. A gennaio torna a correre

Questa mattina il ragazzo avrà la visita di controllo del ginocchio dal dottor Fink. Prossimo step il potenziamento, poi la corsa in campo
Roma, Zaniolo vola in Austria per il controllo. A gennaio torna a correre
Jacopo Aliprandi

ROMA - Nicolò Zaniolo prosegue alla perfezione il programma di riabilitazione del ginocchio sinistro. Il recupero dalla seconda rottura del legamento crociato riportata lo scorso 7 settembre sta procedendo nel migliore dei modi, il ragazzo sta rispondendo benissimo alla riabilitazione lavorando in modo professionale e a volte anche eccessivamente. Dopo la risonanza magnetica svolta due giorni fa a Villa Stuart, il talento giallorosso questa mattina ha preso un volo privato da Ciampino per volare a Innsbruck nella clinica Gelenkpunkt per una visita dal professor Fink, il chirurgo che lo ha operato lo scorso settembre. 

Diretta e probabili formazioni Roma-Torino

Si tratta di una visita di controllo, ma fondamentale per dare il via al prossimo step della riabilitazione: il potenziamanto . Gli step di recupero del ragazzo hanno subito inevitabilmente un rallentamento proprio per la mancata visita del dottor Fink al ragazzo causa pandemia, già un mese fa era in programma la visita di controllo sostituita da collegamenti skype. Questo pomeriggio Zaniolo rientrerà nella Capitale e avrà il via libera per forzare un po' il ginocchio, per poi tra un mese circa tornare a correre (gradualmente) in campo. Insomma, tutto sta procedendo per il verso giusto: Nicolò Zaniolo è più carico che mai. 

Tutte le notizie sulla Roma

Magica Roma, Bologna spazzato via da una cinquina
Guarda la gallery
Magica Roma, Bologna spazzato via da una cinquina

Mister Calcio Cup europei

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti