Roma, nasce il Casilino Sky Park: 3.800 m² con campi sportivi, una palestra e un'arena

In viale della Bella Villa 106: per gli abitanti di Alessandrino, Centocelle, Torre Maura e Torre Spaccata. Sarà aperto al pubblico dal 2 giugno
Roma, nasce il Casilino Sky Park: 3.800 m² con campi sportivi, una palestra e un'arena
4 min

ROMA - Oltre 3.800 metri quadrati, che ospiteranno campi sportivi, una palestra all’aperto, un’arena estiva, coworking e un’area ristoro: nasce oggi il Casilino Sky Park, il nuovo spazio di aggregazione per gli abitanti dei quartieri Alessandrino, Centocelle, Torre Maura e Torre Spaccata, in viale della Bella Villa 106 a Roma e aperto al pubblico dal 2 giugno. Il primo sky park italiano, riporta agipronews, è stato realizzato sul tetto inutilizzato di un parcheggio multipiano, nello spazio ideato da Fusolab, Associazione di Promozione Sociale e Sportiva Dilettantistica con la curatela artistica di Mirko Pierri dell’associazione a.DNA - organizzazione che promuove street-urban artist da dodici anni - e con il sostegno di IGT, leader mondiale nel settore del gioco regolamentato e costantemente impegnata a sostenere la crescita delle comunità e del territorio in cui opera, investendo in progetti di sviluppo e di valorizzazione del patrimonio culturale, artistico e paesaggistico italiano, di riqualificazione del territorio, ma anche supportando i giovani che vivono in contesti difficili.

Il Casilino Sky Park ha visto tra i protagonisti anche LifeGate, da oltre vent’anni punto di riferimento per lo sviluppo sostenibile, e IGD, cohost e proprietario dell’immobile. "Questo progetto intreccia tanti elementi virtuosi, tante buone pratiche che vorremmo diffondere in questa città. Dimostra l'utilizzo intelligente di spazi altrimenti abbandonati, che possono essere messi a disposizione della comunità. Tutti mi chiedono dello stadio di Roma e Lazio, ma è importante che a Roma ci siano impianti sportivi diffusi" - ha evidenziato nel suo intervento il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri. "C'è la dimensione di un rapporto virtuoso con le associazioni come Fusiolab, dobbiamo fare squadra per riuscire a costruire dei modelli virtuosi, per realizzare progetti ed essere protagonisti", ha concluso. "La priorità per noi è andare dove c'è meno, dove ci sono meno luoghi di cultura, per rilanciare Roma", "Siamo fieri di aver finanziato quest’iniziativa: Sport e Salute sta investendo sui quartieri in tutta Italia - dallo Zen a Palermo a Ponticelli - ha disseminato l’Italia di progettualità, a sostegno dei territori". Ha sottolineato Vito Cozzoli, presidente di Sport e Salute "Sono favorevole alle partnership pubblico-privato e alla possibilità per le aziende di investire nel sociale, a disposizione dei territori, a servizio delle comunità, soprattutto in questo periodo di ripartenza del paese"

"Il cuore pulsante di Igt viene da Roma - ha illustrato il Ceo di Igt Global Lottery, Fabio Cairoli- le radici sono qui e Roma ha sempre avuto grande spazio nei nostri progetti di responsabilità sociale. Questo progetto dimostra tutto quello in cui noi crediamo: aprire una grande piazza, due giorni dopo una data che segna l’uscita da due anni orribili, credo sia una straordinaria coincidenza.In questa piazza c’è un grandissimo valore di inclusione sociale, un tema che sta al centro della nostra visione e che per noi è essenziale. Oggi diamo un contributo di valorizzazione a forme di arte urbana, che crediamo siano importanti sul territorio. L’arena estiva ospiterà molti eventi, credo che sarà un punto molto importante per questa piazza", ha spiegato, "insieme a tutti gli spazi dedicati ai più giovani. In questa piazza c’è tutto quello in cui la nostra azienda si è impegnata e si continuerà a impegnare".

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti