Golf: Molinari in testa ad Abu Dhabi, Migliozzi settimo

Bene l'Italia all'HSBC Championship negli Emirati Arabi Uniti: Chicco condivide il primo posto (67 67 69, -13) con l'irlandese Shane Lowry (67 70 66) e l'australiano Min Woo Lee (68 69 66)
Golf: Molinari in testa ad Abu Dhabi, Migliozzi settimo© Getty Images
2 min
Tagsmolinari

Francesco Molinari negli Emirati Arabi Uniti rimane in testa alla classifica dell'Abu Dhabi HSBC Championship e può ambire al successo nel primo torneo delle Rolex Series del DP World Tour 2023. Il torinese, con un totale di 203 (67 67 69, -13) colpi, dopo il "moving day" condivide la vetta della classifica non più con il vicentino Guido Migliozzi, ora 7° con 205 (65 69 71, -11), ma con l'irlandese Shane Lowry (67 70 66) e l'australiano Min Woo Lee (68 69 66). Mentre è 16° con 207 (67 72 68, -9), Edoardo Molinari, fratello di Francesco e vicecapitano del team Europe alla Ryder Cup 2023 di Roma. Sul percorso dello Yas Links (par 72), Chicco Molinari non è riuscito a ripetere le performance offerte nel primo e nel secondo round ma, con un giro in 69 (-3) avvalorato da quattro birdie (di cui uno decisivo alla buca 18, l'ultima di giornata) e macchiato da un bogey, è rimasto in alto. Il 40enne torinese non vince una gara individuale dal marzo 2019 quando riuscì a imporsi sul PGA Tour nell'Arnold Palmer Invitational. "E' stato un round non perfetto, ho lasciato un paio di colpi sulle prime nove buche, soprattutto sui green. Mentre nella seconda parte di gara, quando si è alzato il vento, le possibilità di birdie sono diminuite. Ho comunque lottato e per questo sono soddisfatto. E' certamente positivo arrivare all'ultimo giro con qualche possibilità di vincere il torneo e ora proverò a giocarmi le mie carte. Dopo la bella esperienza nell'Hero Cup sarebbe fantastico tornare a festeggiare un successo così importante sul DP World Tour", le sensazioni di Molinari. Il terzetto di testa deve guardarsi le spalle dallo scozzese Grant Forrest, dallo svedese Sebastian Soderberg e dal francese Victor Perez, tutti 4° con 204 (-12). Poi, ecco Migliozzi. Il 25enne veneto, oggi altalenante con un 71 (-1), ha siglato quattro birdie con tre bogey ma è rimasto in corsa per il titolo. Ad Abu Dhabi è tutto pronto per il gran finale. In palio un montepremi complessivo di 9 milioni di dollari (con prima moneta di 1.530.000) e punti importanti per le qualificazioni alla Ryder Cup di Roma, in programma dal prossimo 29 settembre al primo ottobre. E con un Molinari e un Migliozzi in questa forma, per l'Italia sognare è lecito.


Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti