Magalli, dimagrito e irriconoscibile torna in tv: cosa è successo al conduttore

Il volto Rai, lontano da un anno dal piccolo schermo, ha rilasciato una lunga intervista a Silvia Toffanin a Verissimo
Magalli, dimagrito e irriconoscibile torna in tv: cosa è successo al conduttore
3 min
TagsGiancarlo MagalliVerissimo

Giancarlo Magalli è tornato in tv. Un anno dopo la rottura con la Rai il conduttore è riapparso a Verissimo, decisamente irriconoscibile. Magalli è dimagrito parecchio, ha perso ben 24 chili a causa di una malattia che ha scoperto per caso solo la scorsa estate a causa di una infezione. "Questa è la prima volta che mi si rivede in tv dopo alcuni mesi difficili. E’ stata una fase delicata e mi piaceva parlarne in modo delicato", ha spiegato a Silvia Toffanin per poi aggiungere: "Ho perso 24 chili, questo è quello che resta di me anche se sto poco alla volta riprendendo, perchè sono guarito da quello che ho avuto". Per il conduttore, che oggi ha 75 anni, tutto è iniziato un anno fa, con dei forti dolori alla milza.

La malattia di Giancarlo Magalli

"Mi hanno prescritto ulteriori accertamenti ma all’improvviso ho preso un’infezione molto seria. Sono stato ricoverato per questa infezione, avevo delle visioni. Vedevo cose che non esistevano. Lì facevo anche cose, forse sotto effetto di questi farmaci, che non avrei dovuto fare, ad esempio mi sono staccato i cateteri che avevo addosso. mi hanno detto che dovevano legarmi al letto, volevo morire all’idea di essere legato - ha ricordato Giancarlo Magalli a Verissimo - La prima cosa bella nella disgrazia è che le mie famiglie si sono mobilitate facendo dei turni di sentinella accanto al mio letto ogni notte. A turno, ogni sera avevo una figlia, la prima moglie, la seconda moglie, tutte persone che mi sono sempre state care e che ora lo sono ancora di più. Se avevo paura? In realtà no perchè poi l’infezione è finita. Abbiamo proseguito gli accertamenti interrotti con l’infezione ed è venuto fuori che avevo un linfoma nella zona della milza. Come sai è un tumore ma si può curare". 

Il linfoma di Giancarlo Magalli

"Curata l'infezione, abbiamo scoperto che avevo un linfoma vicino alla milza", ha precisato Magalli, che si è sottoposto ad un percorso di chemioterapia. Tra 2 mesi sarà morto se non si cura“, hanno detto i medici alla famiglia del presentatore. Per fortuna, grazie alle giuste cure,  Giancarlo si è ripreso e oggi si è detto pronto a tornare a lavorare. "L’ho curato e adesso non ce l’ho più. Sono guarito e ho ripreso le mie attività normali. Sto facendo un'ultimissima cura. In tutto è durato sette mesi. Tra i colleghi lo sapevano in pochi", ha concluso.


Acquista ora i tuoi biglietti per i migliori concerti!

Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti