L'Orlandina sbanca Bergamo e sogna l'A1. Venezia si impone a Cremona
© Ciamillo
Serie A
0

L'Orlandina sbanca Bergamo e sogna l'A1. Venezia si impone a Cremona

Il sodalizio siciliano conquista il 19° successo consecutivo e vola nella finale playoff, dove affronterà una tra Treviso e Treviglio. In Serie A, la squadra di coach Walter De Raffaele vince al PalaRadi 87-80

CREMONA - La semifinale scudetto tra Cremona e Venezia segue la trama tracciata da Sassari con il fattore campo che dopo Milano salta anche a Cremona. Vittoria esterna per l'Umana che sbanca il Palaradi con il punteggio di 87-80 e si porta 1-0 nella serie. Per i padroni di casa prestazione negativa dell'mvp Drew Crawford. In A2, invece, Capo d'Orlando vola in finale playoff grazie alla vittoria per 104-87 su Bergamo con cui chiude la serie sul 3-0. 

Playoff Scudetto Serie A: calendario e risultati

Ripresa perfetta, l'Umana vince grazie a Mitchell Watt

Al Palaradi di Cremona i padroni di casa partono bene aggiudicandosi il primo quarto 24-20. Venezia resta comunque in partita anche perché l'mvp della regular season, il 'cremonese' Drew Crawford, sembra in giornata no. Si va all'intervallo lungo con la Vanoli sopra di tre punti (40-37). Nella ripresa salgono in cattedra per gli ospiti gli statunitensi Austin Daye e Mitchell Watt: l'Umana sfrutta il momento di stanca dei padroni di casa e mette la testa avanti grazie ad un parziale di 11-0. I due quintetti scendono sul parquet nell'ultimo quarto con i lagunari sopra di cinque (59-64). Nell'ultimo quarto la squadra di Walter De Raffaele riesce ad amministrare il vantaggio ed addirittura incrementarlo ulteriormente. Finisce 87-80 per i lagunari con Cremona costretta a vincere in Gara2. 

Playoff di Serie A2: Capo d'Orlando prima finalista

Non conosce più sconfitta l'Orlandina. Il sodalizio siciliano guidato da coach Sodini sbanca anche il PalaAgnelli conquista la 19a vittoria consecutiva e vola in finale di playoff. Niente da fare per gli uomini di Sandro Dell’Agnello che restano in partita solamente nel primo tempo. Al rientro dall'intervallo lungo i siciliani trascinati da un fenomenale Brandon Triche, che ha chiuso con una doppia doppia da 31 punti e 11 assist, dominano letteralmente il terzo parziale per 35-17 e scappano via verso la finale promozione. L'ultimo parziale, in un tripudio di battimani, è una pura formalità con coach Sodini che risparmia i top player e Bergamo che si aggiudica il parziale per 21-15. Finisce 87-104 con i siciliani che si qualificano per la finale.

Tutte le notizie di Serie A

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti