Improvvisa malattia, morto Gian Piero Ventrone: Conte sconvolto

L'ex preparatore atletico, soprannominato il 'Marine', lavorava al Tottenham con Antonio Conte
7 min
Tagsjuveventrone

È morto a 62 anni per una improvvisa malattia Gian Piero Ventrone, ex preparatore atletico della Juventus, che lavorava attualmente al Tottenham nello staff di Antonio Conte. L'ex bianconero si è spento giovedì mattina all'ospedale Fatebenefratelli di Napoli, la città in cui era nato nel 1960: i funerali saranno celebrati domenica alle 15.

Gian Piero Ventrone, la carriera

Ventrone è stato per un decennio preparatore atletico della Juventus, dal 1994 al 2004, uno dei punti di forza dei bianconeri negli anni di Marcello Lippi e Carlo Ancelotti. Dopo la lunga esperienza a Torino, è stato per una stagione vice allenatore dell'Ajaccio, poi ancora preparatore atletico del Catania e dei club cinesi del Jiangsu Suning e del Guangzhou Evergrande. Soprannominato il 'Marine' per i suoi duri allenamenti, nel 2021 era stato richiamato in Europa da Antonio Conte, che lo ha voluto al Tottenham al suo fianco per la preparazione atletica degli Spurs. Recentemente avevano fatto il giro del mondo le immagini dei campioni del club inglese, tra cui Harry Kane e Son Heung-min, stremati dopo i suoi allenamenti nella tournée precampionato negli Usa.

La Juve ricorda Ventrone: "Ciao, Gian Piero"

La Juventus in un comunicato ha ricordato il suo storico preparatore atletico: "Se n'è andato uno dei nomi "storici" della Juve a cavallo dei due secoli. Gian Piero Ventrone ci ha lasciato all'età di soli 62 anni: ha lavorato per tante stagioni come preparatore atletico bianconero, dal 1994 al 1999, contribuendo, insieme a Mister Lippi, a costruire e a prendersi cura di una Juve che ha vinto di tutto, in Italia e in Europa. Ventrone è tornato a Torino poi dal 2001 al 2004, arricchendo il suo (e nostro) palmarés di altre vittorie. Un metodo innovativo, una cura della condizione fisica ispirata a criteri moderni, che ha fatto scuola in Italia e all’estero: Ventrone ha continuato ad arricchire la sua carriera di esperienze importanti, in Francia, in Cina e in Inghilterra, dove ha vissuto le ultime sue avventure. Ricorderemo sempre la sua figura discreta, la sua cura dei dettagli, la sua filosofia del lavoro, e soprattutto quello che forse è stato il suo talento più grande: capire come il calcio (e quindi una delle sue componenti fondamentali, la tenuta fisica e atletica) stesse gradualmente entrando in una nuova era. Una nuova era che, in parte, ha contribuito a scrivere. Ciao, Gian Piero".

Ventrone, il Tottenham: "Siamo devastati"

Il club inglese in un comunicato ha espresso il proprio cordoglio per la scomparsa di Ventrone, che Antonio Conte aveva voluto con sé nel 2021: "Siamo devastati nell'annunciare la scomparsa del preparatore atletico Gian Piero Ventrone. Amabile fuori dal campo quanto esigente dentro, Gian Piero è diventato rapidamente una figura estremamente popolare tra i giocatori e lo staff. Mancherà molto a tutti e i nostri pensieri sono con la sua famiglia e i suoi amici in questo momento incredibilmente triste".

Conte sconvolto dalla scomparsa di Ventrone, annullata conferenza del Tottenham

Il Tottenham ha cancellato la conferenza stampa di Antonio Conte prevista per oggi pomeriggio in vista del match di Premier League contro il Brighton di Roberto De Zerbi dopo la notizia della morte di Gian Piero Ventrone, storico preparatore atletico della Juve (anche ai tempi di Conte giocatore) che attualmente stava lavorando con gli Spurs. "Conte è enormemente sconvolto", fa sapere la società londinese.

Castellacci su Ventrone: "Mancherà veramente"

"Ho saputo questa mattina della scompagna di Gian Piero Ventrone: si è sentito male e se n'è andato in un attimo. Purtroppo, la leucemia fulminante non lascia scampo. Ho un bel ricordo di lui. Quando viene a mancare qualcuno si dice sempre: 'ci mancherà'. Lui, però, ci mancherà veramente, non per modo di dire". Così, all'Ansa, il professore Enrico Castellacci. "Lo chiamavano il 'marine', in Cina abbiamo trascorso tanto tempo assieme, soprattutto durante il periodo del Covid - aggiunge -. Lo conoscevo molto bene e lo apprezzavo tanto, per la sua meticolosità e la grande professionalità. Portava con sé valori militari, come un innato senso dell'onore e della disciplina. Del resto, militare lo era stato veramente. A tavola si scherzava e lui ci faceva sentire sempre l'inno dei berretti verdi. Era all'avanguardia, studiava sempre: gli chiedevo 'cosa fai?', magari avevamo la mattinata libera, e lui 'devo studiare'. Però, alla fine, dava gli imput giusti. I calciatori lo sentivano, con quel piglio particolare da marine. Antonio Conte ha sempre visto in lui la figura del grande preparatore. La sua figura ci mancherà realmente. Mi sembra talmente strano che non ci sia più, con quel suo sorriso. E poi, era uno che ci teneva alla dieta e al fisico; non fumava, mi diceva spesso di controllarlo. Era un fanatico della propria salute. Ma, di fronte a una leucemia così cattiva e invasiva, c'è nulla da fare".

Al cordoglio per Ventrone si unisce anche l'Atalanta

Anche l'Atalanta si unisce al cordoglio del mondo del calcio per la scomparsa di Gian Piero Ventrone, collaboratore di Antonio Conte quando questi subentrò alla guida dei bergamaschi ad Angelo Gregucci alla quinta giornata del campionato 2009-2010. "Ha lavorato come preparatore atletico nello staff tecnico della prima squadra dal settembre del 2009 al gennaio del 2010 - ricorda la nota sul sito ufficiale nerazzurro -. Il presidente Antonio Percassi e tutta la famiglia nerazzurra partecipano al dolore dei familiari ai quali rivolgono le più sincere e sentite condoglianze".

Tottenham, Kane e Richarlison: "Cresciuti tanto con Ventrone: siamo devastati dalla notizia"

"Un uomo davvero straordinario. Sono devastato dalla scomparsa del nostro allenatore Gian Piero. Il mio amore e la mia forza sono con la sua famiglia in questo momento. Le sue parole e la sua saggezza vivranno con me per il resto della mia vita, è stato un onore aver avuto l'opportunità  di trascorrere del tempo con lui. Riposa in pace, Prof". In queste parole, scritte sui social con una foto che li ritrae insieme, il cordoglio di Harry Kane per la scomparsa di Gian Piero Ventrone, preparatore atletico del Tottenham. Oltre al capitano degli Spurs, anche altri calciatori hanno dedicato un pensiero a un uomo che in pochi mesi aveva conquistato stima, fiducia e affetto. "Da quando sono arrivato al Tottenham, Gian è stato una grande fonte di ispirazione per me - scrive l'attaccante Richarlison -. Diceva sempre che l'avrei aiutato molto durante la stagione, ma è stato lui ad aiutare me... molto più di quanto possa immaginare. Oggi ci siamo svegliati con la terribile notizia della sua scomparsa e siamo tutti devastati".

Conte, allenamento brutale: Tottenham sfiancato, Kane e Son distrutti FOTO
Guarda la gallery
Conte, allenamento brutale: Tottenham sfiancato, Kane e Son distrutti FOTO


Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti