Rivoluzione nel calcio, arriva il cartellino blu: perché e quando sarà usato

Il Telegraph ha rivelato quella che sarebbe la nuova idea dell'IFAB, con una sanzione inedita a disposizione degli arbitri: ecco di cosa si tratta
2 min

Nuovo cartellino nel mondo del calcio? L'International Football Association Board (IFAB) sta seriamente pensando di introdurre una sanzione inedita, per diminuire il rischio di proteste futili e punire in maniera diversa i falli che tendono ad interrompere azioni d'attacco promettenti. C'è una data che potrebbe cambiare il corso delle cose e rivoluzionare il football moderno.

Cartellino blu nel mondo del calcio: cosa cambia

Il mondo del calcio potrebbe presto registrare novità importanti. Tra queste, figura anche la possibilità di introdurre un nuovo cartellino, oltre ad ammonizioni ed espulsioni. Secondo il Telegraph, si tratta della discussa espulsione temporanea, già utilizzata in tante leghe di Futsal, a livello europeo. Una misura studiata dall'IFAB e dalla Football Association, per contrastare la mole e l'intensità delle proteste dei calciatori, senza dimenticare i cosiddetti "falli tattici".

Cartellino blu, cosa succede

L'inedita sanzione, che corrisponderebbe ad un cartellino blu, potrebbe essere varata ufficialmente il prossimo 2 marzo a Glasgow, dove si terrà l'attesissimo Congresso Generale annuale dell'IFAB. A far chiarezza sul provvedimento, c'ha pensato anche l'amministratore delegato della FA, Mark Bullingham: "Le aree di intervento che abbiamo esaminato sono soprattutto quelle relative alle proteste, ma abbiamo parlato anche di altri ambiti, come i falli tattici. La frustrazione dei tifosi che guardano le partite quando vedono rovinato un contropiede promettente e la questione se un cartellino giallo sia sufficiente ci ha portato a considerare che anche questo aspetto dovrebbe essere incluso nel protocollo". Chiaramente, poco cambierebbe per quanto riguarda la somma di cartellini: un giallo e un blu, eventualmente, farebbero scattare l'espulsione immediata, tramutando il tutto nel classico rosso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti