Ricardinho beffa il Città di Eboli: vince Riga nel finale, addio Champions

A Jelgava campioni d'Italia avanti quattro volte, sempre ripresi e superati 5-4 a 31" dal termine dalla stella portoghese. Samperi amaro: "Abbiamo commesso troppi errori che ci hanno penalizzato per tutta la gara".
Ricardinho beffa il Città di Eboli: vince Riga nel finale, addio Champions
4 min

Non sono bastati quattro vantaggi, nemmeno una partita a lungo dominata, sempre in mano al Città di Eboli. La squadra di Samperi si spegne sul più bello: il Riga non solo riesce a pareggiare, ma trova il 5-4 a 31” dal termine, proprio con Ricardinho, alquanto in ombra per tutto il match. Una sconfitta che costa la Final Four alle Volpi, eliminati aritmeticamente e tra mille rimpianti.

BUONA PARTENZA

È un match completamente differente da quello col Barça (che nel frattempo batte 7-0 i francesi dell’Etoile Lavalloise) i salernitani prendono subito il comando del gioco sfruttando le discese di Dalcin e volando sul 2-0, prima con una puntata sotto l’incrocio dei pali proprio del portiere rossoblù, poi con un bell’inserimento di Venancio. Che raccoglie un angolo di Marinovic e con un preciso sinistro al volo raddoppia. Il futsal è uno sport strano e nello spazio di 1’05 il risultato torna in parità. Thalles si accentra, finta il tiro di sinistro, calcia col destro e da posizione centrale batte Dalcin, Rimkus fugge a Marinovic, si presenta davanti a Dalcin e lo infila: 2-2. Ma un fallo di mani di Ricardinho permette al Città di Eboli di usufruire di un calcio di rigore: Igor Carioca tira malissimo, Labuts fa di peggio, 3-2 per le Volpi all’intervallo.

FINISCE LA BENZINA

Gara apertissima anche nella ripresa: il Riga pareggia di nuovo con un calcio di rigore di Thalles, ma il Città di Eboli trova la forza per tornare subito avanti per la quarta volta, ancora con Venancio. A metà ripresa, complice un netto calo fisico dei campioni d’Italia arriva il 4-4 di Vargas. Samperi sa che non può accontentarsi del pari dopo il largo successo del Barça, ritenta la carta del portiere di movimento con la quale aveva ripreso i catalani nella gara inaugurale del girone A di Elite Round di Champions. Ma dopo quelle fisiche, vengono meno anche le energie mentali. A 31” Ricardinho fa esultare lo Zemgales Olympic Centre di Jelgava: suo il 5-4 che permette al Riga di restare a punteggio pieno in classifica davanti a quel Barça che incontrerà sabato in un vero e proprio spareggio, anche se gli basterebbe il pari. Inutile, invece, la sfida contro i francesi dell’Etoile Lavalloise per il Città di Eboli: che peccato uscire così, finendo la benzina sul più bello.

ANALISI LOGICA

"È stata una partita strana". L'analisi logica di un amaro Samperi comincia da qui. "Avevamo approcciato la partita nel migliore dei modi, esprimendo un ottimo futsal, soprattutto nei primi 10-12 minuti". Ma dal 2-0 al 2-2 il passo è stato troppo breve. "Abbiamo commesso degli errori che ci hanno penalizzati per tutto l'arco della gara - analizza l'allenatore delle Volpi - sapevamo che non potevamo giocare sui nostri ritmi dopo la partita con il Barça, ma i ragazzi hanno dato tutto. L’Etoile Lavalloise? Ogni partita va onorata e proveremo sicuramente a vincere”.

UEFA FUTSAL CHAMPIONS LEAGUE - ELITE ROUND - GRUPPO A
ZEMGALES OLYMPIC CENTRE - JELGAVA

MATCHDAY 1 - 29/11
Barça-Città di Eboli 2-2
Etoile Lavalloise-Riga 4-5

MATCHDAY 2 - 30/11
Etoile Lavalloise-Barça 0-7
Riga-Città di Eboli 5-4

MATCHDAY 3 - 02/12
Città di Eboli-Etoile Lavalloise ore 13, diretta Futsal TV
Riga-Barça ore 16

Classifica: Riga 6 punti, Barça 4 punti, Città di Eboli 1, Etoile Lavalloise 0


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti