Calcio Estero
0

Il Real Madrid abbatte l'Athletic Bilbao e ipoteca la Liga

Settimo successo consecutivo dalla ripresa del campionato per i blancos, che superano i leoni baschi grazie a un rigore del solito Sergio Ramos rilevato dal Var

Il Real Madrid abbatte l'Athletic Bilbao e ipoteca la Liga
© Getty Images

BILBAO (SPAGNA) - Nuova vittoria con polemica per il Real Madrid che grazie all’ennesimo tiro dal dischetto dell’infallibile Sergio Ramos - 19 rigori consecutivi realizzati - s’impone di misura nella delicata trasferta di Bilbao. Rigore sacrosanto, rilevato con l’aiuto del Var, che però non si dimostra altrettanto attento su una giocata molto simile dello stesso capitano blanco sull’ex Atletico Madrid Raul Garcia, nell’area opposta. Successo che permette alle merengues di staccare di ben 7 punti gli eterni rivali del Barça, che alle 22 visitano il Villarreal. 34º scudetto all’orizzonte per i madrileni.

Athletic Bilbao-Real Madrid 0-1: tabellino e statistiche

GLI SCHIERAMENTI - Già orfano degli indisponibili Nacho, Varane e Hazard, a Bilbao, Zidane decide di far rifiatare anche Toni Kroos. Il 4-3-3 merengue, così, si ridisegna con l’ottimo Militao a dar man forte a Sergio Ramos nel centro delle difesa, Fede Valverde a completare la mediana con Casemiro e Modric, mentre l’intoccabile Benzema, in avanti, è affiancato dagli scudieri Rodrygo e Marco Asensio. Gaizka Garitano, indisponibile il solo Beñat, se la gioca con una versione decisamente competitiva del suo 4-2-3-1, con il velocista Iñaki Williams in avanti, sostenuto alle spalle da Iñigo Cordoba, Munian e Raul Garcia.

EQUILIBRIO - Una manciata di minuti e Asensio impegna severamente Unai Simon con un’insidiosa punizione. Sulla difettosa respinta si getta Carvajal, che serve in area piccola Benzema, che però non trova la porta. I baschi rispondono con un colpo di testa potente, ma centrale dell’ex colchonero Raul Garcia, imbeccato da Capa. I padroni di casa ci provano spesso e volentieri con le accelerazioni di Iñaki Williams, ma il brillante Militao è puntualissimo in tutte le chiusure. A metà frazione si ferma Yeray, costretto a cedere il posto a Unai Nuñez per un malanno a un polpaccio. Williams, poi, spreca un paio di occasioni più che ghiotte. La frazione si chiude con Benzema che non trova la porta su un allettante centro del vivace Asensio.

Hakimi all'Inter, รจ ufficiale: contratto fino al 2025

DI RIGORE - La ripresa si apre con una botta dalla lunga distanza di Modric neutralizzata da Unai Simon. Al quarto d’ora, poi, il portiere locale si supera per sradicare un pallone dalle gambe del guizzante Rodrygo, impegnato in una prepotente incursione in area. A sbloccare il risultato, a favore del Real, è ancora una volta un intervento del Var, che ravvisa un pestone in piena area di Unai Nuñez su Marcelo. Implacabile, dagli undici metri, capitan Sergio Ramos, al 5º centro dalla ripartenza della Liga. E sono già 10 i gol nel torneo per il centrale goleador. Pochi istanti dopo, però, il Var non è altrettanto severo su un altro pestone, stavolta nell’area madridista, da parte dello stesso Ramos su Raul Garcia, giusto per aumentare tensioni e sospetti. Polemiche a parte, il Real vola a +7 dal Barça, in attesa della risposta dei catalani, che stasera sono attesi dalla delicatissima trasferta di Villarreal.

Classifica Liga

@andydepauli

Tutte le notizie di Calcio Estero

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti