Liga
0

Frenata Barcellona: solo un pari 2-2, ma è bufera sul Var

Un’incertezza di Ter Stegen e un rigore negato a Piqué negli ultimissimi scampoli impediscono ai blaugrana di fare bottino pieno nella tana della Real Sociedad. Domani tocca al Real Madrid, che in caso di successo a Valencia si presenterà in vetta alla classifica al Clasico di mercoledì prossimo

Frenata Barcellona: solo un pari 2-2, ma è bufera sul Var
© Getty Images

SAN SEBASTIAN (SPAGNA) - Solo un pari per il Barça, che a quattro giorni dal Clasico del Camp Nou, si fa fermare dalla sbarazzina Real Sociedad, che non a caso si presentava all’appuntamento da quarta forza del campionato. Dopo il vantaggio iniziale di Oyarzabal, che insacca nei primi scampoli dal dischetto, i blaugrana ribaltano il risultato a cavallo della pausa, con Griezmann e Luis Suarez. A tradire i catalani, però, è un’incertezza di Ter Stegen, che regala il definitivo 2-2 a Isak. Nell’ultima giocata, il discutibile arbitro Alberola Roja nega il rigore a Piqué, strattonato in area piccola da Diego Llorente. Domani tocca al Real Madrid, che potrebbe portarsi solo soletto in vetta, in caso di vittoria al Mestalla di Valencia.

TUTTO SULLA LIGA

UNDICI GRANDI OCCASIONI - Prove generali di Clasico per il Barça, che nel rinnovato Anoeta si ripresenta con tutta l’artiglieria. Fuori causa i soli infortunati Arthur e Dembelé, al momento tutt’altro che titolarissimi, riappare Jordi Alba a completare la linea arretrata con Sergi Roberto, Piqué e Lenglet. Sulla mediana, confermatissimo Rakitic, alla 5ª consecutiva da titolare, tra Liga e Champions, dopo un avvio di stagione da emarginato. Con il croato ci sono gli intoccabili Busquets e Frenkie de Jong. Davanti è ancora super tridente, con Messi, Luis Suarez e il grande ex Griezmann, che a San Sebastian ha passato ben 9 stagioni. Imanol Alguacil risponde con un solido 4-1-4-1, con tanta qualità sulla trequarti con i vari Portu, Merino, Odegaard e Oyarzabal.

GOL DELL’EX - Partono decisamente meglio i locali, illuminati dall’ispiratissimo gioiellino norvegese Martin Odegaard, di proprietà del Real Madrid. Un paio di occasioni, per arrivare al 10’, quando l’insistenza dei baschi trova premio nel rigore sanzionato dal signor Alberola Roja per una trattenuta di Busquets su Diego Llorente. Implacabile dal dischetto Oyarzabal, che spiazza Ter Stegen. Una volta sotto, il Barça si sveglia e ci prova in due occasioni con Luis Suarez e Messi. A trovare il pari, però, al 38’, è l’attesissimo ex Griezmann, che imbeccato dal vivace Suarez, insacca con un tocco morbido che mette fuori causa l’estremo difensore Remiro. 6º gol nel torneo per il Petit Diable.

Ronaldinho: "Messi è il migliore, ma solo dei suoi tempi"

RIGORE NEGATO - Ad inizio ripresa i blaugrana trovano addirittura il sorpasso grazie a un lungo lancio di Busquets per Messi, che scarica generosamente in orizzontale per il compare Luis Suarez, che realizza a porta sguarnita. 9º gol in campionato per il Pistolero. Poco prima del quarto d’ora, poi, Piqué si vede negare il possibile 3-1 dall’indomito Zubeldia, che respinge nei pressi della linea un colpo di testa a botta sicura. La Real Sociedad pare scossa, ma rialza la testa, al 17’, quando Isak trova l’inaspettato pari, ribadendo in rete dopo una difettosa respinta dello sciagurato Ter Stegen su un centro senza futuro di Monreal. La partita si fa più caotica, con continui cambi di fronte e si chiude, in pieno recupero, con un rigore negato a Piqué, affondato in area piccola da Diego Llorente. Solo un pari per il Barça, che a questo punto potrebbero presentarsi al Clasico del Camp Nou sotto di due punti, in caso della vittoria del Real Madrid nel posticipo domenicale di Valencia.

@andydepauli

Tutte le notizie di Liga

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti