Clamoroso a Valencia: Gattuso è già contro tutti

Una società contestata dai tifosi un proprietario mangia-allenatori e una squallida campagna social ideata dall’ex vice presidente Zorio
Clamoroso a Valencia: Gattuso è già contro tutti© LAPRESSE
3 min

L’ambiente non è sereno, la piazza non è per nulla tranquilla, ma Rino Gattuso ha vissuto situazioni decisamente più spinose durante la sua carriera da allenatore. Ha il compito di riconquistare una tifoseria triste e abbattuta per una stagione che ha visto il Valencia chiudere al 9° posto nella Liga e perdere ai rigori la finale di Coppa del Re contro il Betis. L’aspetta un lavoro difficile in un clima gelido nei confronti della società, criticata a 360 gradi. 

L'undicesimo di Lim

Il proprietario del Valencia è Peter Lim, magnate di Singapore che dal 2014 ha esonerato ben 10 allenatori. L’ultimo Pepe Bordalas, sollevato ieri dall’incarico con una telefonata da parte del direttore sportivo Miguel Angel Corona. L’ex Getafe aveva ancora un anno di contratto e non s’era mai risparmiato nel lanciare frecciate alla società, ma se non altro riceverà una buonuscita da 700 mila euro. Gattuso, che sarà ufficializzato probabilmente in giornata, ha firmato un biennale da 3 milioni a stagione ed è l’11° allenatore dell’era Lim. 

Pesanti critiche

Eppure, c’è chi a Valencia non è per nulla contento del suo arrivo. La stampa spagnola, a cominciare dal quotidiano valenciano Super Deporte, è tutta contro Lim e le insinuazioni su Gattuso si sprecano. Rino ha la “colpa” di essere legato a Jorge Mendes, il super agente portoghese che ha ottimi rapporti con il proprietario del Valencia e al quale dà più di un consiglio sulla gestione del club, soprattutto sul mercato. Legami che non piacciono a tanti e in particolare all’ex vicepresidente del club, Miguel Zorio, ora portavoce della “Marea Valencianista”, un’associazione di tifosi. Ha firmato e inoltrato due comunicati pesantissimi nei confronti dell’allenatore ricordando i motivi per cui, l’anno scorso, i supporters del Tottenham si rivoltarono sul web contro l’idea della società di ingaggiare Gattuso. «I tifosi del Valencia non meritano un allenatore razzista, omofobo, maschilista e sessista» ha scritto dopo aver riportato alcune vecchie dichiarazioni che Rino aveva già avuto modo di chiarire. Ieri, Zorio ha fatto anche di peggio: «Gattuso ha una malattia neurodegenerativa, cronica e incurabile che peggiora con lo stress della sua professione». Il riferimento è alla miastenia oculare di cui l’allenatore ha ammesso di soffrire durante la sua permanenza a Napoli. Su Twitter è stato lanciato anche l’hashtag #NoAGattuso con la speranza che i frequentatori del social possano far cambiare idea alla proprietà. Per ora è stato un mezzo fallimento: i tweet sono pochissimi e l’arrivo dell’ex milanista ormai è una questione di ore.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti