Saint-Etienne, tifosi in rivolta e pareggio con l'Angers

L'anticipo dell'11ª giornata della Ligue 1 inizia con un'ora di ritardo per lancio di fumogeni: i ragazzi di Puel agguantano il 2-2, ma restano ultimi
Saint-Etienne, tifosi in rivolta e pareggio con l'Angers© Getty Images
TagsLigue 1

SAINT-ETIENNE (Francia) - L'undicesima giornata della Ligue 1 si apre con tanta tensione prima del match tra il Saint-Etienne e l'Angers, partito con un'ora di ritardo e chiuso sul 2-2. L’inizio della gara è posticipato per un fitto lancio di razzi bengala e fumogeni in campo, provenienti da entrambe le curve, da parte dei tifosi di casa, che contestano la squadra di Claude Puel, ultima in classifica senza vittorie. I giocatori, già schierati in campo, rientrano negli spogliatoi mentre la polizia fa da scudo agli addetti del campo, che devono aggiustare le reti delle porte, bruciate dalle fiamme. Il lavoro di riparazione finisce alle 21.29, con quasi mezz’ora di ritardo rispetto all’inizio previsto del match. Trascorrono altri 31 minuti e l’arbitro finalmente dà il via alla partita: l’altoparlante però avvisa il pubblico che, al minimo disordine, l’incontro sarà definitivamente sospeso. 

Saint Etienne-Angers 2-2, tabellino e statistiche

La rimonta del Saint-Etienne 

Nel primo tempo l'Angers passa in vantaggio al 28' con un colpo di testa del 35enne Ismael Traoré, servito da Boufal su calcio di punizione. Dieci minuti più tardi i padroni di casa chiedono il rigore per un tocco di mano in area del difensore ospite Thomas: l’arbitro Gautier ferma il gioco, consulta il Var e dice che è tutto regolare. Il possesso di palla del Saint-Etienne non è produttivo e l'Angers raddoppia al 56' in contropiede: è Fulgini a finalizzare di destro la veloce ripartenza degli ospiti, su assist di Cabot. I padroni di casa non ci stanno a fare da vittime sacrificali e tornano in partita al 61' grazie al tunisino Khazri, che batte un pietrificato Bernardoni con un perfetto calcio di punizione a scavalcare la barriera. Nell'ultima mezz'ora i verdi si riversano nella metà campo avversaria, alla disperata ricerca del pareggio, che arriva al quarto minuto di recupero con un colpo di testa in mischia del nuovo entrato Nadé. L'Angers di Gerald Baticle si mangia le mani per i tre punti sfumati. Il Saint-Etienne resta ultimo in classifica, a secco di vittorie in Ligue 1 da 13 gare (record storico per i verdi), ma può almeno sperare che la rimonta di stasera possa dare una scossa positiva al gruppo.

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti