"Dipendenza da gas esilarante, stella della Premier League ricoverata"

La rivelazione del Daily Mail e il caso protossido di azoto: cosa sta accadendo in Inghilterra dove sta prendendo piede una pericolosa moda

Un calciatore della Premier League è diventato il primo giocatore ad andare in riabilitazione per dipendenza dal gas esilarante. A riferirlo è il Daily Mail, che racconta del ricovero in un centro medico del giocatore, la cui identità è stata ovviamente mantenuta anonima. Stando a quanto appreso, la sua famiglia ha contattato il club per chiedere aiuto nella lotta alla sua dipendenza dal protossido di azoto.  

Gas esilarante, effetti e rischi

Il protossido di azoto crea sensazioni di euforia e stordimento mentre altri sperimentano allucinazioni. Il possesso del protossido di azoto non è illegale, ma ciò non significa che sia sicuro da usare. Concreto il rischio di morte per mancanza di ossigeno. Se viene inalata una grande quantità di protossido di azoto può causare perdita di pressione sanguigna, svenimenti o addirittura un attacco di cuore. L'esposizione prolungata al protossido di azoto può anche provocare perdita di memoria, indebolimento del sistema immunitario, spasmi agli arti, dipendenza psicologica, depressione e altro ancora.

Gas esilarante, perché viene assunto dai giocatori

A sollevare il caso era stato il Sun, secondo cui la famiglia del giocatore si è preoccupata dopo che la polizia ha fermato l'auto nella quale era passeggero e ha trovato dozzine di contenitori nel vano piedi. La fonte citata ha rivelato: "Una stella della Premier League ha recentemente festeggiato il suo compleanno e ha speso quasi 10.000 sterline in bombolette. Rilevare il gas esilarante nel sangue non è possibile e, perciò, viene assunto con maggior facilità. Succede in tutti i club e alcuni di quelli che lo utilizzano sono giocatori molto noti. Non sono sicuro che nessuno di loro sappia che ora è un farmaco di classe C"


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Gas esilarante, i giocatori che lo hanno utilizzato

Diversi calciatori tra cui Jack Grealish, Dele Alli, Leon Baily e Kyle Walker sono stati già fotografati con gas esilarante. Ali è stato fotografato con un palloncino in bocca circondato da bombole di gas esilarante nell'aprile 2023 prima di andare in riabilitazione negli Stati Uniti per aiutarlo con la sua dipendenza dai sonniferi. Anche Shane Duffy, Pascal Gross, Leandro Trossard e Alireza Jahanbakhsh sono stati avvistati mentre inalavano palloncini durante una fuga in Spagna.

Gas esilarante, le controindicazioni per i giocatori

John Brewer, professore di scienze dello sport ed ex responsabile delle prestazioni della FA, ha spiegato come l'esposizione al protossido di azoto può ridurre i livelli di vitamina B12 di un giocatore: "La vitamina B12 è essenziale per la funzione nervosa. Quindi, se sei un calciatore di alto livello che cerca di fare movimenti abili e passare la palla in modo efficace, non vuoi che i tuoi nervi vengano danneggiati in alcun modo perché hai bisogno di quella capacità periferica di percepire i movimenti".


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un calciatore della Premier League è diventato il primo giocatore ad andare in riabilitazione per dipendenza dal gas esilarante. A riferirlo è il Daily Mail, che racconta del ricovero in un centro medico del giocatore, la cui identità è stata ovviamente mantenuta anonima. Stando a quanto appreso, la sua famiglia ha contattato il club per chiedere aiuto nella lotta alla sua dipendenza dal protossido di azoto.  

Gas esilarante, effetti e rischi

Il protossido di azoto crea sensazioni di euforia e stordimento mentre altri sperimentano allucinazioni. Il possesso del protossido di azoto non è illegale, ma ciò non significa che sia sicuro da usare. Concreto il rischio di morte per mancanza di ossigeno. Se viene inalata una grande quantità di protossido di azoto può causare perdita di pressione sanguigna, svenimenti o addirittura un attacco di cuore. L'esposizione prolungata al protossido di azoto può anche provocare perdita di memoria, indebolimento del sistema immunitario, spasmi agli arti, dipendenza psicologica, depressione e altro ancora.

Gas esilarante, perché viene assunto dai giocatori

A sollevare il caso era stato il Sun, secondo cui la famiglia del giocatore si è preoccupata dopo che la polizia ha fermato l'auto nella quale era passeggero e ha trovato dozzine di contenitori nel vano piedi. La fonte citata ha rivelato: "Una stella della Premier League ha recentemente festeggiato il suo compleanno e ha speso quasi 10.000 sterline in bombolette. Rilevare il gas esilarante nel sangue non è possibile e, perciò, viene assunto con maggior facilità. Succede in tutti i club e alcuni di quelli che lo utilizzano sono giocatori molto noti. Non sono sicuro che nessuno di loro sappia che ora è un farmaco di classe C"


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

1
"Dipendenza da gas esilarante, stella della Premier League ricoverata"
2
Gas esilarante, i giocatori che lo hanno utilizzato