Milik ora deve solo pregare: potrebbe salvarlo Mourinho

Il centravanti polacco ha visto sfumare il contratto da 4,5 milioni per cinque anni alla Roma, adesso potrebbe finire al Tottenham allenato dallo Special One
© SSC NAPOLI via Getty Images
Antonio Giordano

NAPOLI - La calma a volte diventa la virtù dei forti: e mentre il cronometro comincia a correre (perché il 5 ottobre s’avvicina), Cristiano Giuntoli si rigira tra le mani le carte che si ritrova, per provare a fare banco. C’è più di mezza squadra da vendere e sul tavolo ci sono già sistemati i contratti, che restano però entità ancora virtuale: Arkadiusz Milik - per esempio - ne aveva uno davanti a sé da quattro milioni e mezzo per un quinquennio, ma la scelta di temporeggiare s’è rivelata fatale ed ora non gli resta altro da fare che pregare.

Il Napoli dà i numeri: la 9 a Osimhen, c'è anche Milik
Guarda la gallery
Il Napoli dà i numeri: la 9 a Osimhen, c'è anche Milik

Mourinho vuole Milik al Tottenham

Il calcio (anche il mercato) sa regalare colpi di scena, persino in periodo di crisi: le voci di dentro che si sono diffuse in una serata complicata, stritolata nel nulla, hanno (ri)cominciato a sistemare Milik come personaggio del momento e nel fumo di Londra (sponda Tottenham) è comparsa la sua sagoma. I nonni, che con il dono della sintesi hanno aiutato le generazioni successive a interpretare certe storie, raccontavano che a volte, chiusasi una porta ci si poteva aspettare l’apertura di un portone: la Premier è un fascinoso universo che piace a chiunque, pare anche a Milik, il quale non avrebbe pregiudizi nel doversi accomodare in panchina, per essere l’alternativa di Harry Kane, un “uragano” da far invidia. Il Napoli non si agita, è convinto che qualcosa sta per accadere, ha avuto modo di cogliere certe domandine indiscrete e rimane inchiodato a venticinque milioni (con o senza bonus non è un dettaglio ma si vedrà, in relazione al pagamento): però intanto ha deciso che Milik continuerà ad allenarsi in disparte, non essendo più inserito nel progetto, e dunque lascerà che sia il mercato, o la corrente del Tamigi, a smuovere le acque.

Tutti i dettagli sul Corriere dello Sport-Stadio in edicola

Milik è rientrato a Roma dopo le visite in Svizzera
Guarda il video
Milik è rientrato a Roma dopo le visite in Svizzera

Commenti