Raiola, Haaland e il padre chiuso in bagno: il piano fallito

È emerso un clamoroso retroscena riguardo il chiaccherato incontro tra il procuratore del talento norvegese e la dirigenza del Barcellona
Raiola, Haaland e il padre chiuso in bagno: il piano fallito

Il chiaccherato incontro tra Mino Raiola e la dirigenza del Barcellona si arricchisce di nuovi, clamorosi particolari. Se il super procuratore è un vero asso quando si tratta di chiudere contratti, sembrebbe esserlo meno a ideare piani strategici per evitare la stampa. La sua ultima idea è stata messa in pratica proprio nell'aeroporto della città catalana, dove Raiola era atterrato per parlare con la dirigenza del club blaugrana riguardo il futuro di Erling Haaland. Il 53enne agente non era però da solo.

Haaland Sr si nasconde nel bagno dell'aeroporto

Mino Raiola è uscito dall'aeroporto di El Prat tutto solo, cercando di catturare l'attenzione della stampa per non far capire che si trovava a Barcellona proprio insieme a Alf-Inge Haaland, padre del talento norvegese. La stampa spagnola non si è bevuta la versione di Mino e ha aspettato: mezz'ora dopo l'uscita del procuratore italiano, ecco spuntare anche il padre del 20enne del Borussia Dortmund. Ma che fine aveva fatto? Secondo Jordi Galvany, fotografo di Rac1, Raiola lo avrebbe convinto a nascondersi nel bagno dell'aeroporto finché i giornalisti non se ne fossero andati, così da tenere nascosto il vero motivo per cui si trovava in Catalogna. A quanto pare, il piano non è proprio filato liscio...

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti