Conte, ingaggio al Tottenham super: cifre dello stipendio e durata del contratto

L'allenatore italiano ha firmato con la squadra del ds Paratici: scopri tutti i dettagli
Conte, ingaggio al Tottenham super: cifre dello stipendio e durata del contratto© @SpursOfficial
4 min

LONDRA - Antonio Conte torna in Premier League dopo cinque anni. La sua prima esperienza era stata al Chelsea, adesso riparte da un’altra squadra di Londra. Il tecnico italiano ha accettato la proposta degli Spurs e ha firmato un contratto fino al giugno 2023, con opzione per il prolungamento. Da oggi è uno degli allenatori più pagati del calcio inglese, con un ingaggio sontuoso da circa 15 milioni di euro a stagione, circa un milione al mese. Fino alla fine del contratto dovrebbe superare i 20 milioni di stipendio.

Antonio Conte al Tottenham: la prima intervista

Una cifra che ha convinto l’ex allenatore dell’Inter in una trattativa lampo, iniziata domenica e durata meno di 48 ore. La sua pausa dopo l’addio ai nerazzurri è durata solo pochi mesi: "Sono estremamente contento di tornare ad allenare, e di farlo in un club di Premier League che ha l'ambizione di tornare protagonista", le prime parole di Conte, affidate al sito ufficiale del club londinese, che ha dato il suo benvenuto al tecnico con un breve video e il titolo "Buongiorno Antonio...". "Non vedo l'ora di ricominciare a lavorare, convogliando nella squadra e nei tifosi la mia passione, determinazione e mentalità - ha aggiunto Conte -. La scorsa estate ho ritenuto che non fosse ancora il momento giusto per riprendere ad allenare, ma il contagioso entusiasmo e la determinazione del presidente (Daniel Levy) sono stati decisivi".

Conte già al lavoro: le prime immagini dall'allenamento del Tottenham
Guarda la gallery
Conte già al lavoro: le prime immagini dall'allenamento del Tottenham

Antonio Conte al Tottenham: la lista dei rinforzi di mercato

Dall'esonero di Mauricio Pochettino, nel 2019, il Tottenham ha perso contatto dalla vetta della classifica, vittime di un'involuzione tecnico-tattica che neppure José Mourinho era riuscito ad invertire. Da oggi le speranze dei tifosi sono affidate a Conte, che ha già ricevuto da Fabio Paratici - direttore sportivo del club nonché suo principale sponsor dopo il connubio ai tempi della Juve - rassicurazioni sulle rinnovate ambizioni del club. Conte era stato cercato dal Tottenham già in estate, ma aveva declinato forse perché sperava nella chiamata di un club più blasonato: questa volta ha accettato proprio perché - secondo le indiscrezioni dei tabloid inglesi - gli sono stati promessi almeno tre, forse quattro, nuovi acquisti alla riapertura del mercato, in gennaio. Tra i nomi già circolati anche quello di Dusan Vlahovic. Necessari, secondo l'analisi del tecnico italiano, per portare gli Spurs a rivaleggiare con le migliori, in quello che resta il campionato più ricco e competitivo al mondo.

Antonio Conte al Tottenham: con chi giocherà la prima partita

Reduce da tre sconfitte nelle ultime cinque giornate, fatali al portoghese Nuno Espirito Santo, licenziato domenica dopo il pesante ko casalingo contro il Manchester United, il Tottenham è attualmente ottavo, già staccato dieci lunghezze dalla capolista Chelsea. Una ex squadra di Conte, con la quale ha vinto la Premier, quindi la Coppa d'Inghilterra, prima di essere esonerato - per divergenze sulle strategie di mercato - nel 2018. Il secondo esordio inglese potrebbe ci sarà già giovedì, nel bellissimo nuovo stadio del Tottenham, in occasione della gara di Conference League contro il Vitesse.


Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Abbonati all'offerta Black Friday

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti