Lecce da record in campo e sul mercato: Krstovic vale già più del triplo

Altra prova super per il montenegrino giallorosso, sempre pericoloso contro il Genoa: gli è mancato solo il gol
2 min
Eleonora Trotta

Un Lecce magico, da record. Con la vittoria di ieri contro il Genoa, suggellata dal gol straordinario di Oudin, i salentini stabiliscono infatti un dato clamoroso: mai nella loro storia erano rimasti imbattuti nelle prime cinque partite. Si tratta quindi del miglior avvio stagionale, che ha permesso alla squadra pugliese di stupire e di respirare l'aria d'alta classifica. E ancora una volta il merito è di Pantaleo Corvino che, grazie alle sue intuizioni, è riuscito a rimpiazzare alla grande alcuni partenti costruendo una squadra piena di talento e guidata molto bene dal tecnico Roberto D'Aversa. Detto di Oudin, i riflettori restano puntati così su Falcone, sempre puntuale tra i pali, e sui nuovi arrivi come Krstovic.

Krstovic sempre pericoloso anche contro il Genoa

Il classe 2000 montenegrino è una sorpresa per molti, ma non per il Lecce che lo seguiva da diverso tempo. Lo stesso goleador si era promesso ai giallorossi lo scorso luglio, rifiutando anche altre proposte dall'Italia e dall'estero. Voci di calciomercato riportano, poi, di un tentativo estivo della Salernitana, ma come detto Pantaleo Corvino è sempre stato tranquillo e non ha mai temuto di perdere il bomber. Con già 3 gol all'attivo, Krstovic è diventato ormai un punto di riferimento fisso per l'attacco del Lecce. Perché anche nella sfida di ieri, nella quale gli è mancata solo la rete, è sempre stato pericoloso per gli avversari. "Per caratteristiche mi ricorda un pò Pippo Inzaghi. Ora ce lo teniamo stretto", le parole del tecnico D'Aversa. Inevitabilmente cresce anche il suo valore di mercato: pagato circa 2,6 milioni di euro, ora vale più del triplo. Un altro grande risultato per il Lecce, ormai una società modello per i record sul campo e sul mercato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti