Lazio, giorni decisivi per Luiz Felipe: rinnovo o addio

Il difensore brasiliano si trova davanti ad un bivio: entro il dieci gennaio il vertice decisivo per il suo futuro
Lazio, giorni decisivi per Luiz Felipe: rinnovo o addio© © Marco Rosi / Fotonotizia © Marco Rosi / Fotonotizia © Marco Rosi / Fotonotizia
TagsLazioluiz feliperinnovo

ROMA - Sono giorni decisivi per il futuro di Luiz Felipe. Il difensore brasiliano è in scadenza di contratto e la Lazio non vuole attendere troppo per conoscere la sua decisione. Tra il sei e il dieci gennaio è previsto un vertice decisivo per capire le intenzioni del brasiliano: rinnovo o possibile cessione già nella finestra di gennaio. La trattativa per il prolungamento del suo contratto dura da mesi ed è proseguita nelle ultime ore, anche grazie ai rapporti apertissimi tra la società e il calciatore, ma non si è mai chiusa. A Formello nessuno si sbilancia. Sarri si augura di non perderlo, la Lazio di non ripetere un caso De Vrij. C’è una bella differenza rispetto al caso dell’olandese, corteggiato a lungo, perso per le manovre oscure della Seg (l’agenzia che lo seguiva) e l’inserimento dell’Inter. Il brasiliano reclama da tempo un adeguamento dell'ingaggio attuale, che si assesta intorno ai 650 mila euro netti a stagione. Una cifra decisamente bassa, rispetto a quella di tanti altri calciatori in rosa.

Immobile, cronometro alla mano: corre verso il rientro
Guarda la gallery
Immobile, cronometro alla mano: corre verso il rientro

La richiesta di Luiz Felipe

Luiz Felipe  è partito da una richiesta di circa 2,5 milioni netti. Vorrebbe essere equiparato o almeno avvicinarsi al tetto fissato per Francesco Acerbi, leader della difesa laziale e perno della Nazionale di Mancini. Scopriremo presto se Lotito riuscirà ad accontentarlo, raggiungendo l'accordo. Intorno al brasiliano ci sono tante voci, ma pochi club. Inzaghi lo stima, ma l’Inter si farebbe avanti solo a giugno e prendendo gratis. Maldini e il Milan stanno cercando altri difensori. Semmai sono possibili offerte dall’estero. Valencia e Zenit San Pietroburgo sarebbero pronte a farsi avanti subito. Oggi Lotito, anche alla luce dell'indice di liquidità negativo, non è nelle condizioni di scartare alcuna offerta, a maggior ragione per un giocatore in scadenza: il primo febbraio non recupererebbe più un euro. Ma l’indiziato principale al capitolo cessioni eccellenti è Lazzari, non Luiz Felipe, da blindare in fretta.

Lazio, Immobile è tornato negativo
Guarda il video
Lazio, Immobile è tornato negativo

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti