Lazio-Pedrinho, vertice decisivo. E Totti s'informa

Il brasiliano ora a Napoli per il passaporto: i biancocelesti offrono un triennale ma il Santos tenta il rinnovo
Lazio-Pedrinho, vertice decisivo. E Totti s'informa
5 min
Fabrizio Patania
TagsLazioPedrinhoCalciomercato

ROMA - Si chiama Pedrinho Scaramussa, compirà 20 anni il 24 giugno. In Brasile sono sicuri e arrivano conferme dal Santos: la Lazio ha offerto un triennale al terzino sinistro, in scadenza di contratto il 31 dicembre 2022. Tra due settimane, potrà trattare da svincolato per trasferirsi a gennaio del prossimo anno. Le notizie sono due: il ragazzo si trova in queste ore a Napoli per risolvere in modo definitivo la pratica relativa al passaporto italiano che gli permetterebbe di essere tesserato da comunitario. Il papà lo ha accompagnato in Italia ed è anche abbastanza chiara la volontà di tentare l’avventura in Serie A. L’altra notizia è relativa alle manovre del Santos: oggi è prevista una riunione decisiva per valutare il destino di Pedrinho ed eventuali offerte. Il club brasiliano tenterà un rilancio per rinnovare il suo contratto e non perderlo, tra pochi mesi, a parametro zero.

Intreccio

Pedrinho può essere il baby per la fascia sinistra di cui si parlava a proposito del mercato di Lotito e Sarri. I siti specializzati segnalano l’appartenenza alla scuderia di Giuliano Bertolucci, lo stesso agente di Leiva e Felipe Anderson. I brasiliani, invece, lo attribuiscono alla D10 Sports. La Lazio può aver presentato un’offerta, sotto forma di modesto indennizzo, per provare a prenderlo con sei mesi di anticipo rispetto alla scadenza. Pedrinho chiede un ingaggio da 240 mila euro a stagione. E’ assai considerato dagli operatori di mercato e ieri pomeriggio, in orbita Santos, è emersa un’altra indiscrezione. L’agenzia di Francesco Totti, ex capitano della Roma in società con Candela, si sarebbe interessata al giocatore e avrebbe chiesto informazioni. Il gancio con il mercato brasiliano sarebbe Aldair. I tre ex giallorossi ieri erano insieme ad Anzio per un evento di padel. Per ora sono voci e arrivano dall’altra parte del mondo, forse per creare interesse intorno a Pedrinho. E il giocatore, accostato in Brasile alla Lazio, potrebbe essere proposto anche ad altri club. Ovvio. Non ha ancora debuttato in prima squadra nel Santos, ma è assai considerato.

Situazione Carnesecchi

Non è dell’Est europeo, come scongiura Sarri, deciso a spingere nel solco degli italiani o di stranieri di provata scuola calcistica. Non è un caso abbia dato parere positivo all’acquisto di Marcos Antonio, centrocampista brasiliano, per la sostituzione di Leiva. Cerca piedi buoni e rapidità di inserimento, doti fondamentali per velocizzare l’addestramento. E aspetta rinforzi in difesa, preoccupato dai tempi biblici di Formello. Ieri Marco Carnesecchi si è operato a Bologna dal prof Porcellini. L’intervento in artroscopia alla spalla dovrebbe richiedere quattro mesi di stop per il rientro agonistico. Il portiere dell’Under 21 resta in cima alla lista dei preferiti della Lazio. Lotito lo punta per il presente e per il futuro. L’infortunio non cambierà la trattativa. L’Atalanta è disponible solo al prestito. Si sta facendo largo l’ipotesi del riscatto condizionato, a una cifra più bassa rispetto a quella ipotizzata nei giorni scorsi: 7-8 milioni con opzione da esercitare tra un anno. Vicario prima alternativa. Il contratto di Reina prevedeva il rinnovo automatico con l’ingresso in Europa League, ma Sarri spingerà per prendere due nuovi portieri, non solo Carnesecchi. E’ spuntata la candidatura di Ionut Radu, 25 anni, in uscita dall’Inter, accostato anche alla Cremonese e all’Empoli. Ha bisogno di spazio e di giocare. Non sono da escludere sorprese e profili di esperienza superiore.


Commenti