Sarri e quella frase sul mercato della Lazio detta ai tifosi ad Auronzo

Ieri mattina ultimo allenamento nel ritiro, dai laziali la richiesta di insistere sul mercato ma i sogni di Mau non cambiano: Zielinski, Berardi Ricci e Pellegrini
Sarri e quella frase sul mercato della Lazio detta ai tifosi ad Auronzo© Getty Images
4 min
Daniele Rindone

ROMA - Il silenzio di Sarri, niente conferenza di inizio o di fine ritiro, mutismo anche alla presentazione della squadra, è stato rotto ieri casualmente. A fine allenamento, nell’ultimo giorno vissuto ad Auronzo, Mau s’è concesso ai tifosi. Bagno di folla e selfie, autografi a raffica. Un tifoso gli si è avvicinato e gli ha detto “almeno due di quei quattro fatteli prendere” intendendo due acquisti. I quattro acquisti, seppure non nominati, possono intendersi Zielinski, Berardi, Ricci e Pellegrini. E’ il quartetto indicato da Sarri e su cui insiste nonostante Lotito abbia chiuso ogni possibilità per loro. I nomi ormai li conoscono anche i tifosi. «No, no. Li voglio tutti e quattro», è stata risposta di Mau. Vale come conferma delle idee che ha e che non cambierà. Sarri, al di là dei nomi, aspetta ancora quattro colpi. Mancano il nuovo Milinkovic, il regista, l’ala e il terzino sinistro. Siamo al 29 luglio e non sembrano esserci colpi in chiusura, l’unico può essere Sow dell’Eintracht Francoforte. Se Sarri in questi giorni ha respinto molte candidature è perché nella sua testa i rinforzi ideali per costruire una Lazio da vertice e fare una buona figura in Champions sono Zielinski, Berardi, Ricci e Pellegrini. Lotito si difende dicendo che costano tutti tra i 30 e i 25 milioni, tranne Pellegrini che può essere preso di nuovo in prestito, ma ha un ingaggio da 3 milioni e la società non è più convinta di puntare su di lui.

Sarri aspetta il vice-Milinkovic

Sarri ha chiuso il ritiro di Auronzo portandosi a casa la soddisfazione per il lavoro svolto. Sperava di lavorare con il nuovo Milinkovic, non è stato possibile. Il suo vice Martusciello giovedì scorso ha tratteggiato l’identikit del giocatore che Mau vorrebbe inserire nell’undici: «Sarri ha dato caratteristiche specifiche per quello che può essere un interno in grado di sostituire Sergej. Per noi sarebbe eccezionale avere già da domani un giocatore di quella portata. Cerchiamo un giocatore che dà qualità e quantità di cui necessita il centrocampo. Sergio copre il campo in una certa maniera, lo fa anche Vecino. Luis Alberto lo fa meno ma offre una qualità individuale più alta. Negli ultimi anni Milinkovic ha fatto gol o assist in doppia cifra. Sarà difficile trovare uno così». La Lazio ha lavorato ad Auronzo dal 12 al 28 luglio. Sarri ha ritrovato un gruppo concentrato, disponibile. Sono state disputate 4 amichevoli, tutte vittorie. Il livello non era alto. La preparazione riprenderà lunedì a Formello, in settimana saranno disputate le amichevoli contro l’Aston Villa (giovedì a Walsall, città della contea delle West Midlands, Inghilterra centrale) e in Spagna contro il Girona (domenica). Sempre Martusciello giovedì aveva sintetizzato le sensazioni di Sarri rispetto alla prima fase della preparazione: «Bisogna dare merito alla squadra, conoscono bene le linee guida e il desiderio del mister: alta intensità, muoversi all’unisono. Il loro desiderio è di completarsi, a noi fa piacere che rispondano bene. E’ normale che chi è nuovo ha un po’ più difficoltà, ma dietro ha una squadra che può facilitargli il lavoro. Vogliamo diventare una squadra che lavora tutta alla stessa maniera». Anche la squadra aspetta rinforzi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti