Il Napoli scatta per Lindstrom, ma Gabri Veiga è tormentato dai dubbi

Se Lozano va via, il danese può arrivare subito. Intanto lo spagnolo riflette bene prima di firmare per l'Al-Ahli
3 min
Antonio Giordano

CASTEL VOLTURNO - Cosa fare, adesso, oltre che aspettare... ? Il Napoli si è posto le proprie domande, si è dato anche le proprie risposte e poi ha avuto la conferma che il mercato è pazzo e bisogna comunque affrontarlo. Saltato un piano, se ne fa uno nuovo o anche uno vecchio , perché c’è ancora Jesper Lindstrom (23 anni ), pure lui sistemato tra le priorità, da inseguire: nel summit a più voci è spuntata la tentazione di osare, ma subito, magari oggi, presentando un’offerta all’Eintracht di 5 milioni di euro per il prestito e di 20 milioni per l’obbligo di riscatto, da esercitare tra un anno e pagandolo secondo scadenze ancora da definire. È un’idea germogliata nella chiacchierata quotidiana che Adl si concede con l’intera area tecnica, è una tentazione per dare un impulso forte al mercato: Lindstrom stuzzica gli esteti, è un esterno che sa stare dentro al campo, un’opzione nel caso in cui Lozano trovi acquirenti o anche no, una mossa preventiva, sapendo che il messicano andrà in scadenza e a gennaio potrebbe anticipare il divorzio. Lindstrom ha costi mica irrilevanti e però una gestione accessibile al Progetto, che ai giovani guarda con simpatia, soprattutto se hanno piedi buoni e caratteristiche da Napoli: nel data base di Castel Volturno sono rimaste le segnalazioni del semestre passato e poi negli occhi ci sono le due partite di Champions League, quelle contro l’Eintracht.

Napoli, sognare ancora

Se si potesse tornare indietro... Ma certe cose, si sa, pare accadano soltanto nei film. Però a volte, l’hanno insegnato, non è finita finché non è finita: e allora, mentre si sta a ripensare ai vari passaggi di un’operazione che un po’ ha fatto male, e si ascoltano le voci dell’anima, un’eco del mercato fa sussultare il Napoli: Gabri Veiga, il bambino prodigio del Celta di 21 anni, non ha ancora firmato con gli arabi dell’Al-Ahli, tormentato dai dubbi. Alla sua età, e mica soltanto alla sua, dodici milioni di euro per cinque anni sanno di svolta per le future generazioni, però pure questo calcio qua, scintillante come può esserlo la Champions League ha un suo perché con due milioni e duecentomila euro. Il mondo va veloce, mutano gli scenari da un battito di ciglia all’altro e mentre si sta dialogando al vento, può darsi che Gabri Veiga si sia lasciato convincere da quell’abbondanza di danaro, da una ricchezza esagerata: però il tarlo gli è venuto e il Napoli - saputo tutto ciò - ha informato con una telefonata diretta tra De Laurentiis e il manager del calciatore - Pini Zahavi - di non aver mai alterato la stima nei confronti del ragazzo. Se pure stavolta il risveglio dovesse essere amaro, pazienza; se non dovessero, invece, maturare decisioni definitive e irreversibili, la speranza suonerebbe piena e il Napoli rilancerebbe per Veiga. Ma intanto vira su Lindstrom.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti