Il Napoli vuole Marin: Manna tratta con il Real Madrid

Dopo l’offerta per Buongiorno, il ds va deciso sul difensore spagnolo
Fabio Mandarini
4 min

NAPOLI - Il Napoli prova l’affondo per Rafa Marin. Il difensore spagnolo del Real Madrid, reduce da una stagione in prestito all’Alaves, è diventato un grande obiettivo del ds Manna: è lui il primo sponsor dell’operazione, è lui che l’ha seguito e infilato nel ventaglio delle opzioni da proporre per il piano di rafforzamento della difesa, reparto nevralgico per il sistema di gioco di Antonio Conte. L’idea è che il tecnico darà il via a una rivoluzione tattica radicale dopo un decennio di linea a quattro: giocherà con i tre centrali, sarà un cambiamento profondo per l’anima azzurra degli ultimi due lustri, e dunque la campagna acquisti sarà incentrata proprio sul pacchetto arretrato. L’idea è che i perni nuovi saranno due, ma gli acquisti in difesa alla fine potrebbero anche salire a tre: tutto dipende dal destino di Ostigard, Juan Jesus e Natan. Si vedrà. Per il momento, Manna si sta concentrando sul doppio colpo: Alessandro Buongiorno e Rafa Marin, dicevamo. Giovanotto spagnolo di 22 anni, andaluso di Carmona, 35 presenze nella stagione appena conclusa tra Liga (33) e Coppa del Re con l’Alaves, proprietà Real Madrid: la formula sarebbe simile a quella che fu per Brahim Diaz con il Milan, ovvero con il diritto di recompra fissato a favore della Casa Blanca. Fatto sta che il Napoli è in pressing, ha voglia di chiudere l’operazione e battere la concorrenza di Milan e Bayer Leverkusen: Manna sta provando ad accelerare e lo ha fatto anche ieri. Non si ferma.

Hermoso e Manna in Sardegna

A proposito di difensori spagnoli: in questi giorni, tra un affare e l’altro, il direttore sportivo azzurro è transitato per un mini break in Sardegna, dove per una mera casualità c’è anche Mario Hermoso, il ventinovenne difensore spagnolo svincolato dopo la fine dell’esperienza con l’Atletico Madrid che proprio Manna sta trattando con il suo agente.

Marin e Buongiorno, linea verde in difesa

Dicevamo. Marin: un giovane, un prospetto, un profilo da abbinare a quello del primo obiettivo del mercato del Napoli, Buongiorno. Il centrale della Nazionale e del Toro, 25 anni, è il primo alfiere che il ds sta trattando con cura certosina, dialogando con il Torino insieme con De Laurentiis, l’unico ad aver confezionato finora una proposta con i fiocchi, diciamo anche super, che si avvicina alla richiesta extralarge del Toro: il Napoli s’è spinto fino a 35 milioni più bonus, i granata sono ancora attestati sui 45 milioni. Tutto cash, liquido, nessuna contropartita tecnica. Parallelamente, però, il Torino s’è anche informato su Simeone e Juan Jesus; e a prescindere da tutto c’è una certa fiducia di arrivare al traguardo.

Napoli, Di Lorenzo è ancora in bilico

Il primo nodo da sciogliere per definire con precisione le strategie, comunque, è quello del capitano. Di Lorenzo: Conte vede giustamente in lui una sorta di jolly, un giocatore di caratura superiore che può agire sia da marcatore destro nei tre - il cosiddetto braccetto - sia da esterno destro nel 3-4-3 e, ovviamente, con la difesa a quattro. Il suo agente, Mario Giuffredi, è stato in Germania per l’esordio della Nazionale, ma con il Napoli l’argomento sarà riaperto dopo la fase a gironi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA