Sprint Salernitana, tre colpi in sette giorni

Dopo l’allarme di Nicola, società al lavoro: ultimatum a Mazzocchi, piacciono Kouyatè, Hrustic, Lukebakio e Saric. E il club non molla Rovella
Sprint Salernitana, tre colpi in sette giorni© LAPRESSE
4 min
Franco Esposito
TagsSalernitananicola

SALERNO - Le dichiarazioni di Nicola hanno avuto il peso di un allarme: «Ad oggi non siamo competitivi. Bisogna essere coscienti che al più presto dobbiamo completare la rosa. Mi aspetto di non arrivare al 31 agosto. Non è facile, ne sono consapevole: non vogliamo prendere tanto per prendere, dobbiamo trovare il giusto compromesso per lavorare in maniera adeguata». Nicola ha detto semplicemente la verità: la Salernitana è ancora incompleta. Il club granata sconta un inevitabile ritardo dettato dal cambio della direzione tecnica e qualche sogno di troppo. Legittimo, per carità, ma è bene che si comprenda che per i calciatori non contano solo i contratti e l’ingaggio, ma anche l’appeal e l’obiettivo. Morgan De Sanctis ha preso, fin qui, giocatori molto interessanti, ma non bastano. L’infortunio di Lovato, il ritardo di condizione di Sambia, i problemi muscolari di Bradaric, Radovanovic e Mamadou Coulibaly ed il caso Mazzocchi stanno complicando i piani ad una settimana dall’esordio in Coppa Italia col Parma ed a due da quello in campionato con la Roma. L’obiettivo del presidente Iervolino e del diesse è quello di portare tre calciatori a Salerno in 7-10 giorni: un centrale difensivo di destra, una mezzala e un attaccante. L’arrivo di Kastanos offre a Nicola un’opzione in più in mediana e sulla trequarti, ma il cipriota dovrà allinearsi alla condizione dei compagni.

La Salernitana ritrova Bonazzoli: primo allenamento e tanti sorrisi
Guarda la gallery
La Salernitana ritrova Bonazzoli: primo allenamento e tanti sorrisi

Ultimatum a Mazzocchi

La squadra riprenderà a lavorare domani alle 18. Nicola vuole sapere se potrà o meno contare su Mazzocchi. Il presidente Iervolino è stato chiaro: «Separato in casa? I separati a volte si riavvicinano, a volte no. Vedremo». Il difensore è legato da un contratto triennale alla Salernitana, che gli ha anche offerto un adeguamento. Il Monza gli offre di più ed un contratto fino al 2026. Ma dai brianzoli non è ancora arrivata una proposta ufficiale.

Calciomercato Salernitana, torna Kastanos: Yazici vicino

Salernitana, fitto colloquio Nicola-Valencia durante l'allenamento
Guarda la gallery
Salernitana, fitto colloquio Nicola-Valencia durante l'allenamento

Cambio di rotta

Si registra anche un cambio di rotta sul mercato. De Sanctis sta sondando profili come Kiki Kouyatè, centrale maliano del Metz (25), che ha collezionato 55 presenze in Ligue 1. Ma anche Dodi Lukébakio (24), attaccante dell’Hertha Berlino, ex Wolfsburg, cresciuto nell’Anderlecht. Vanta 122 presenze in Bundesliga. E ancora: il centrocampista Ajdin Hrustic (26) dell’Eintracht Francoforte, di passaporto australiano e bosniaco di origine. Piace Dario Saric (25), centrocampista dell’Ascoli, ex Carpi. Dei calciatori attualmente in organico, gli unici che potrebbero restare sono il portiere Micai (in scadenza nel 2023) e l’attaccante Kristoffersen (contratto fino al 2024), sempre che non arrivino offerte allettanti. E poi il giovane Motoc. Gyomber sta molto meglio e spera di essere pronto per il campionato. La Salernitana resta vigile su Rovella, che tuttavia sembra ormai gradire altre destinazioni (Monza), mentre per Yazici è in corso una riflessione tattica, in quanto il suo eventuale ingaggio comporterebbe la necessità di giocare col trequartista. Inoltre, l’allenatore del Lilla, Paulo Fonseca, non intende lasciarlo partire.

Salernitana, c'è l'idea Piatek
Guarda il video
Salernitana, c'è l'idea Piatek

Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Commenti