Sovre sospeso per aver chiesto l'autografo ad Haaland

Il guardalinee del match di Champions League tra City e Dortmund è stato punito dalla commissione arbitrale
Sovre sospeso per aver chiesto l'autografo ad Haaland
TagsOctavian SovreHaalandCity-Dortmund

Nei giorni scorsi sui social è diventata virale l'immagine del guardalinee di Manchester City-Borussia Dortmund che al triplice fischio dell'andata dei quarti di finale di Champions League nel tunnel degli spogliatoi ha chiesto e ottenuto l'autografo del centravanti dei gialloneri Erling Haaland. Un gesto che, però, è costato caro al romeno Octavian Sovre, sospeso dalla commissione arbitrale per l'accaduto. Sui social è montata la polemica, ma successivamente alcuni media romeni hanno chiarito la natura benefica del gesto. Non è però bastato per salvarlo dal provvedimento: l'assistente era stato designato per la partita tra Universitate Craiova e CFR Cluj, ma è stato escluso e sostituito.

Tutti pazzi per Haaland: il gesto del guardalinee è da vero fan

Ecco a cosa serviva l'autografo di Haaland

Sui social in tanti hanno criticato il gesto e lo stesso Roberto Rosetti, presidente della Commissione Arbitri del'Uefa, era stato particolarmente duro definendolo "non accettabile, soprattutto per una questione di dignità". In realtà, poi è stato chiarito che non sarebbe la prima volta che Sovre chiede un autografo a un calciatore, ma il tutto avrebbe un solo fine, quello di fare beneficenza. L'assistente romeno, infatti, è coinvolto in delle campagna per raccogliere fondi per un centro che si occupa delle terapie per adulti con gravi forme di autismo. Tra gli autografi raccolti nel tempo, più di 250, ci sarebbe anche quello del fuoriclasse del Barcellona Lionel Messi. 

Champions, i migliori video

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti