Il caso Simeone-Klopp e la mancata stretta di mano a fine Atletico-Liverpool

Il Cholo è scappato via negli spogliatoi dopo la sconfitta casalinga del suo Atletico Madrid con il Liverpool in Champions
Il caso Simeone-Klopp e la mancata stretta di mano a fine Atletico-Liverpool
TagsSimeoneKlopp

MADRID (Spagna) - Ci è rimasto male, Jürgen Klopp, per il gesto di Diego Simeone che ieri non ha stretto la mano al collega a conclusione del match di Champions League che l'Atletico Madrid ha perso 3-2, in casa, con il Liverpool. A fine gara il Cholo, evidentemente deluso per la sconfitta e per un rigore non concesso ai suoi nel finale, è scappato via negli spogliatoi, senza salutare l'allenatore degli inglesi. Simeone si è letteralmente messo a correre per imboccare il tunnel d'uscita dal terreno di gioco.

Klopp-Simeone: botta e risposta

"Non mi è piaciuto quello che è successo - ha detto Klopp dopo la vittoria del suo Liverpool al Wanda Metropolitano - ma capisco anche perché sia accaduto. Mi sembra tutto molto chiaro: volevo stringergli la mano e la sua reazione non è stata bella. Così come la mia. Non è successo niente di grave. Sicuramente era arrabbiato per come era andata la partita, non certo con me. Non credo ci sia molto da aggiungere. La prossima volta che ci incontreremo, ci stringeremo sicuramente la mano". Diego Simeone ha provato a spiegare l'accaduto: "Normalmente non saluto nessuno dopo la partita - le parole del tecnico dell'Atletico a Marca - è una cosa che non mi piace perché ci sarà sempre qualcuno che non sarà soddisfatto della partita. Hanno una cultura diversa, che non condivido. Se vedo adesso Klopp, non ho problemi a salutarlo".

Champions, i migliori video

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti