Slovacchia

Vedi Tutte
Slovacchia

Weiss: «Non temo l'Inghilterra»

Weiss: «Non temo l'Inghilterra»
© REUTERS

L'esterno dello Slovacchia, in un'intervista pubblicata sul sito del Supreme Committee for Delivery & Legacy (www.sc.qa), ha parlato anche dell'Italia: "Insieme alla Spagna è la nazionale che mi ha impressionato di più".

Sullo stesso argomento

 Andrea Ramazzotti

lunedì 20 giugno 2016 01:29

MILANO - Dopo essere diventato il primo calciatore che milita in Qatar a segnare a un Europeo, Vladimir Weiss vuole lasciare il segno anche contro l’Inghilterra, nell’ultimo match del gruppo B in programma stasera. L’ex centrocampista del Manchester City ha segnato contro la Russia nella vittoria per 2-1 e adesso è convinto che per la Slovacchia sia possibile un’altra impresa contro l’Inghilterra. “Anche in passato ci è successo di battere grandi squadra - ha detto l’esterno dell’Al Gharafa in un’intervista esclusiva al sito del Supreme Committee for Delivery & Legacy (www.sc.qa) - e se giochiamo al meglio possiamo superare anche l’ultimo ostacolo e andare avanti nel nostro cammino. L’affermazione contro la Russia ci ha dato notevole fiducia in noi stessi. Sono convinto che l’Inghilterra abbia visto la nostra ultima prestazione e adesso sa che daremo tutto qualificarci. Gli inglesi non hanno punti deboli, ma renderò la vita difficile alla loro difesa. Loro hanno una generazione di giovani giocatori molto bravi, ma anche noi abbiamo grandi calciatori e siamo una grande squadra. Lotteremo tutti insieme e questo è il motivo per cui avremo successo”. Sapere che gli inglesi sono favoriti non gli crea problemi, anzi… “Onestamente non mi preoccupo di chi affronto in campo. I rispetto tutti i giocatori che sono qui allo stesso modo. Che si chiamino Bale, Ronaldo o in qualsiasi altro modo. Mi concentro su me stesso e sulla mia squadra. So che l’Inghilterra ha una formazione ricca di elementi bravi ed è una formazione che può arrivare in fondo al torneo. La rispettiamo, ma non abbiamo paura. Raheem Sterling, per esempio, ha parecchio talento e può far male a qualsiasi avversario. Non credo che si sia ancora espresso al massimo al Manchester City, ma contro la Russia è stato grande. Le altre nazionali? La Spagna e l’Italia mi hanno impressionato parecchio”.

MONDIALI 2022 - Weiss ha raccontato che in questi giorni è stato inondato di messaggi di in bocca al lupo dal Qatar, soprattutto dopo essere diventato il primo calciatore della Qatar Stars League a segnare a un Europeo: “Ho appreso del mio record dai social network e vi assicuro che è piacevole essere il primo in qualcosa. E’ bello anche essere apprezzato dai sostenitori del Qatar. L’azione del gol? Sono passato in mezzo a due difensori russi e sapevo che avrei segnato. Anzi vi confesso che a quel punto pensavo già a come esultare. Sono andato dai miei genitori e ho dedicato il gol a mia madre perché sapeva che dopo la prima partita non ero contento e mi diceva che il mio momento sarebbe arrivato. Così è stato”. L’ala dell’Al Gharafa ha guardo anche al futuro: “E’ positivo anche per la Qatar Stars League e per il calcio del Qatar che io e altri due giocatori che militano in questo campionato siamo a Euro 2016. Il calcio in Qatar sta migliorando velocemente. Il mio compagno Stoch sta giocando negli Emirati ed è speciale. Anche lui crede che il calcio negli Emirati e in Qatar stia crescendo a vista d’occhio. Ecco perché sono convinto che anche i Mondiali del 2022 in Qatar saranno fantastici”.

Articoli correlati

Commenti