Svizzera-Spagna: fischia Oliver che fece infuriare Buffon contro il Real

A San Pietroburgo il primo quarto, poi stasera a Monaco di Baviera Belgio-Italia. Domani la parte destra del tabellone con Repubblica Ceca-Danimarca a Baku e Ucraina-Inghilterra a Roma
Svizzera-Spagna: fischia Oliver che fece infuriare Buffon contro il Real© ansa
di Biagio Angrisani

ROMA - Oggi si sistema la parte sinistra del tabellone degli Europei 2020 e domani toccherà a quella destra: final four a Wembley (semifinali 6 e 7 luglio, finalissima l'11). Si parte nel pomeriggio (ore 18) da San Pietroburgo in Russia (temperatura fresca) con Svizzera-Spagna, arbitro l'inglese Michael Oliver, internazionale dal 2012. Fischietto decisamente poco simpatico a Gigi Buffon per un'espulsione nel quarto di finale di Champions 2018 Real Madrid-Juventus 1-3 quando sul tre a zero per i bianconeri assegnò al 97' un rigore agli spagnoli ed espulse il numero uno juventino per proteste togliendo così anche la possibilità a Buffon di difendere la porta nel faccia a faccia con Ronaldo dagli undici metri. Nel dopo gara Buffon appellò l'arbitro inglese in tutti i modi e ci furono toni alterati da tutto l'ambiente juventino ormai certo di poter andare ai supplementari contro i blancos dopo la clamorosa rimonta al Bernabeu. L'amdata a Torino era stata un disastro (0-3). Chissà se l'Oliver odierno conservi un po' di debole per tutto ciò che sa di Spagna oppure sarà un referee irreprensibile. Vedremo. La Spagna è una formazione quadrata, non eccelsa ma abile ad andare in gol. La Svizzera è cangiante. Dalla netta sconfitta contro l'Italia al capolavoro con la Francia superata ai rigori. In area Morata può sfruttare i tanti cross perché  Oyarzabal, Olmo e Sarabia si danno da fare e Pedri è in buona forma. La Svizzera di Petkovic ha Steven Zuber che svaria benissimo mentre Gavranovic, Vargas e Mbabu si sono rivelati decisivi contro la Francia da subentranti. Sulla carta la Spagna ha qualcosa in più, ma sotto il cielo di San Pietroburgo la sorpresa può essere ancora rossocrociata.

Da San Pietroburgo a Monaco di Baviera

La parte sinistra del tabellone si completa in serata a Monaco di Baviera con Belgio-Italia. L'arbitro prescelto è lo sloveno Slavko Vincic divenuto famoso alle cronache internazionale non tanto per la sua carriera sportiva ma per l'arresto del 28 maggio 2020 nel corso di una retata in una villa a Bijeljina, in Bosnia Erzegovina, insieme a nove donne e venticinque uomini. Un'operazione di polizia nei confronti di un giro di prostituzione e armi. Emerse anche un po' di polvere bianca e non era quella delle linee del campo. Prontamente Vincic riuscì a dimostrare che lui era all'oscuro di tutto ed aveva accettato soltanto un invito a pranzo in una zona dove aveva interessi commerciali. E la vicenda per il fischietto sloveno si chiuse sul nascere e senza conseguenze dopo molto clamore mediatico. Stasera la sfida in Germania appare sul filo dell'equilibrio anche perché Mancini ancora non ha comunicato la reale formazione che affronterà il Belgio. Se giocasse Chiellini (probabile) con Bonucci la tenaglia bianconera anti Lukaku sarebbe perfetta, altrimenti toccherà ad Acerbi tenere a bada l'attacccante interista. Sulla fascia destra Chiesa. Al centro con Jorginho c'è Verratti. Le vincenti della parte sinistra del tabellone si affronteranno in semifinale il 6 luglio a Londra. Domani toccherà alla parte destra del tabellone con Repubblica Ceca-Danimarca a Baku in Azerbaigian e Ucrania-Inghilterra a Roma. Le vincenti in semifinale il 7 luglio a Wembley. 

Corriere dello Sport in abbonamento

Riparte la Serie A

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Approfitta dell'offerta a soli 0.22 euro al giorno!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti