Europei, la Spagna in semifinale: la Svizzera si arrende solo ai rigori

Un autogol di Zakaria sblocca la sfida. Nella ripresa arriva il pari di Shaqiri e l'espulsione di Freuler. Di Vargas l'errore decisivo ai penalty
Europei, la Spagna in semifinale: la Svizzera si arrende solo ai rigori© Getty Images

Finisce la favola della Svizzera, in semifinale ci va la Spagna (2-4, d.c.r.). Ma per conquistare la qualificazione la squadra di Luis Enrique ha dovuto soffrire tantissimo e ha ottenuto il successo solamente grazie ai calci di rigore.

Dopo l’autogol inziale di Zakaria, sembra tutto semplice per le Furie Rosse. Invece la Svizzera tiene, soprattutto mentalmente, e nella ripresa si prende il pari con Shaqiri. Nonostante l’uomo in meno (rosso a Freuler), la nazionale di Petkovic resiste e porta la partita ai penalty anche grazie ad un miracoloso Sommer. Ma, rispetto al match con la Francia, la mira stavolta non è delle migliori e il portiere spagnolo Unai Simon sembra quasi un muro invalicabile.

La Spagna è quindi la prima semifinalista e già può pensare alla sfida di Wembley. La Svizzera torna a casa a testa altissima.

Europei, la Spagna vola in semifinale: battuta la Svizzera ai rigori
Guarda la gallery
Europei, la Spagna vola in semifinale: battuta la Svizzera ai rigori

Un autogol decide il primo tempo

Petkovic sceglie Zakaria per sostituire lo squalificato Xhaka. Davanti confermati Embolo e Shaqiri dietro a Seferovic. Luis Enrique risponde con il tridente Ferran Torres-Morata-Sarabia.

Solo sette minuti e la Spagna è già avanti. Calcio d’angolo, il pallone esce dall’area e finisce in zona Jordi Alba: il terzino calcia, Zakaria devia, Sommer è spiazzato. La squadra di Luis Enrique fa quello che si era augurata prima del match: sbloccare il prima possibile la partita e costringere gli avversari a scoprirsi. Per la Svizzera piove sul bagnato: Embolo si infortuna ed è costretto a uscire, al suo posto entra Vargas. Però Shaqiri e compagni non si disuniscono e qualche preoccupazione agli spagnoli la creano (soprattutto sugli angoli). Dall’altra parte le Furie Rosse non riescono ad affondare il colpo.

I calci di rigore dicono Spagna

Luis Enrique nel giro di qualche minuto della ripresa cambia due terzi dell’attacco: fuori Sarabia e Morata, dentro Dani Olmo e Moreno. Al 68’ pareggia la Svizzera. Rimpallo sfortunato tra Pau Torres e Laporte, Freuler recupera il pallone e lancia Shaqiri che non deve far altro che appoggiare in porta. Dieci minuti dopo, l’arbitro Oliver espelle Freuler per un intervento duro in scivolata su Moreno, tra le proteste degli svizzeri. Petkovic è costretto a cambiare: esce Shaqiri ed entra il centrocampista Sow. Poche emozioni, si va ai supplementari. La Spagna va più volte vicina al gol: Sommer è protagonista assoluto in più di una occasione. Servono i calci di rigore per decidere la qualificazione. L’errore decisivo è di Vargas, Oyarzabal segna e la Spagna vola in semifinale.

SVIZZERA-SPAGNA (2-4 d.c.r): TABELLINO E STATISTICHE

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti