La Roma prima nel girone di Europa League se: tutte le combinazioni

I giallorossi, già qualificati nel Gruppo G che chiuderanno ospitando lo Sheriff Tiraspol, sperano nel primo posto e nel pass diretto per gli ottavi
La Roma prima nel girone di Europa League se: tutte le combinazioni© EPA
4 min

ROMA - Missione compiutà ma solo a metà per la Roma, che grazie al pareggio (1-1) sul campo del Servette ha aritmeticamente superato la fase a gironi di Europa League ma dovrà ancora provare a strappare allo Slavia Praga (vittorioso per 3-2 in casa dello Sheriff Tiraspol) il primato del Gruppo G, che consentirebbe di evitare la sfida ai playoff contro una delle terze classificate 'retrocesse' dai raggruppamenti della Champions League e di staccare così il pass diretto per gli ottavi di finale.

Servette-Roma 1-1: cronaca, statistiche e tabellino

Europa League, la Roma chiude prima il Gruppo G se...

Roma e Slavia Praga sono entrambe già qualificate alla fase a eliminazione diretta, con i cechi in vetta (12 punti) a +2 sui giallorossi (10). Si deciderà quindi tutto nel sesto e ultimo turno del girone in programma venerdì 14 dicembre (ore 18:45), quando la squadra di José Mourinho ospiterà i moldavi dello Sheriff Tiraspol e i cechi riceveranno invece in contemporanea la visita degli svizzeri del Servette. Per conquistare direttamente gli ottavi la Roma deve vincere e sperare nella sconfitta dello Slavia. Nel caso di pareggio dei cechi, i giallorossi dovrebbero vincere con cinque gol di scarto per conquistare il primo posto.

Europa League: le classifiche dei gironi

Roma e Slavia, i criteri decisivi in caso di arrivo a pari punti

In caso di arrivo a pari punti invece (vittoria della Roma e pareggio dello Slavia) non saranno gli scontri diretti a fare la differenza, visto che le due squadre sono in perfetta parità avendo entrambe vinto in casa con lo stesso risultato (2-0). Per determinare la posizione a quel punto si passerebbe ai successivi criteri, partendo dalla differenza reti generale che vede ora lo Slavia (+9) in vantaggio sulla Roma (+5). In caso di ulteriore parità da regolamento vengono considerati, in ordine, il maggior numero di reti segnate in tutte le partite disputate nel gruppo (13 al momento per i cechi e 9 per i giallorossi) e il maggior numero di reti segnate in tutte le partite disputate fuori casa nel gruppo, con lo Slavia (5) definitivamente avanti sulla Roma (3). Non ci sarà così sicuramente bisogno di ricorerre agli ultimi quattro criteri: il maggior numero di vittorie conseguite in tutte le partite disputate nel gruppo (fin qui 4 per i cechi e 3 per i giallorossi); il maggior numero di vittorie conseguite in tutte le partite disputate fuori casa nel gruppo (2 per lo Slavia e una per la Roma); la migliore classifica disciplina che premia la squadra con meno punti di penalità derivanti dai cartellini gialli e rossi ricevuti durante le partite della fase a gironi (3 punti per ogni cartellino rosso, un punto per ogni cartellino giallo e 3 punti per l'espulsione dovuta a due cartellini gialli) e il coefficente Uefa (criterio che avrebbe premiato la Roma, ora 10ª nel ranking, rispetto allo Slavia Praga che è attualmente 42°).

Europa League: risultati, tabellini e calendario


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti