Altra bufera in Qatar: birra vietata ai tifosi ma nel box dello stadio...

Clamoroso nel paese asiatico dove si stanno svolgendo i Mondiali: per i vip non valgono le stesse regole che per i tifosi
Altra bufera in Qatar: birra vietata ai tifosi ma nel box dello stadio...
2 min
TagsRiccardo SilvaAl-Khelaifi

Le regole non valgono per tutti. Se sei un vip, puoi permetterti cose che gli altri tifosi possono solo sognare: in questo caso gli alcolici. Nei giorni scorsi, la Fifa aveva deciso di bandire la birra nei pressi e negli stadi che ospitano le partite del Mondiale in Qatar. Ci sono state proteste sia da parte delle squadre sia da parte dei fan, come quella inscenata ieri dagli aficionados dell'Ecuador nella partita d'esordio contro i padroni di casa.

Qatar: quello che manca è l'uguaglianza

In Qatar a mancare è l'uguaglianza, in tutti i sensi, Anche in questo. In una storia Instagram di Riccardo Silva, numero uno dei Miami Fc e investitore anche nel Milan con RedBird, si vede il box dei vip e, per un momento, il telefonino riprende alcune bottiglie di vino messo in fresco. Insomma, una figuraccia.

Nella storia successiva, lo stesso Silva è abbracciato con Nasser al-Khelaifi, proprietario del Paris Saint Germain, di nazionalità proprio qatariota. Come scritto qualche riga sopra, ai vip vengono concesse libertà che ad altri non vengono permesse. Se il Qatar voleva dimostrare di essere maturo per essere sede finale dei Mondiali, beh, l'inizio non è dei migliori.

Mondiale 2022, l'ironia degli italiani si sfoga sui social
Guarda la gallery
Mondiale 2022, l'ironia degli italiani si sfoga sui social


Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti