Moviola Inter-Juve: Maresca ideale, nessun rigore su Thuram

L'analisi della direzione di gara e degli episodi più discussi nel match di San Siro vinto 1-0 dai nerazzurri
Edmondo Pinna

La moviola di Inter-Juve, derby d'Italia vinto 1-0 a San Siro dai nerazzurri di Simone Inzaghi.

Maresca da 7 a San Siro

Buona la lettura della partita da parte di Maresca (7), aiutato - non poco - dall’atteggiamento dei giocatori in campo, mai sopra le righe. Gestisce senza affanni due episodi in area di rigore della Juve, anche dal punto di vista disciplinare (suo tallone d’Achille) non eccede. La sua gara in numeri: 16 falli e 5 gialli (più Simone Inzaghi). Recupero: 6’ (1’+5’)

No rigore/1

Episodio in area dell’Inter: Danilo interviene su Thuram, prende il pallone e poi l’avversario, dinamica che ricorda l’intervento che ha portato al giallo del giocatore bianconero. Questa volta l’intento del difensore è chiaramente quello di intercettare il pallone, cosa che gli riesce benissimo.

No rigore/2

L’Inter protesta (non troppo in realtà) anche nella ripresa, per un contatto sempre in area della Juve fra Bremer e Thuram. I due si scontrano spalla contro spalla, il bianconero non fa nulla di irregolare, un contatto di gioco che trova la sponda delle immagini.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Disciplinare

Più morigerato e meno bulimico di provvedimenti disciplinari Maresca. Sembra più per proteste che per l’effettivo duello con Acerbi il giallo su Vlahovic: lo si desume un po’ perché Maresca non è arbitro che lascia passare reazioni sopra le righe (e Vlahovic fa di tutto per dimostrare il suo dissenso), un po’ perché se fosse per il fallo sarebbe un errore. Il bianconero e Acerbi si trattengono reciprocamente. Ci sta anche il giallo per Danilo, che prende prima il pallone ma poi anche le gambe dell’avversario: trattandosi di Spa (fermare un’azione promettente), se fischi il fallo il giallo è quasi automatico. Nella ripresa, intervento in ritardo di Mkhitaryan su Rabiot, senza trovare il pallone. Il tutto avviene sotto gli occhi dell’assistente numero uno, Carbone: giusto il giallo. Thuram ritarda l’uscita dal campo, arriva il cartellino. Lo trovano anche Simone Inzaghi, fuori dall’area tecnica (pare fosse già stato avvisato altre tre volte) e Bremer (strattonata a Lautaro a pallone lontano).

Var: Irrati 6

Non ci sono episodi per lui.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

La moviola di Inter-Juve, derby d'Italia vinto 1-0 a San Siro dai nerazzurri di Simone Inzaghi.

Maresca da 7 a San Siro

Buona la lettura della partita da parte di Maresca (7), aiutato - non poco - dall’atteggiamento dei giocatori in campo, mai sopra le righe. Gestisce senza affanni due episodi in area di rigore della Juve, anche dal punto di vista disciplinare (suo tallone d’Achille) non eccede. La sua gara in numeri: 16 falli e 5 gialli (più Simone Inzaghi). Recupero: 6’ (1’+5’)

No rigore/1

Episodio in area dell’Inter: Danilo interviene su Thuram, prende il pallone e poi l’avversario, dinamica che ricorda l’intervento che ha portato al giallo del giocatore bianconero. Questa volta l’intento del difensore è chiaramente quello di intercettare il pallone, cosa che gli riesce benissimo.

No rigore/2

L’Inter protesta (non troppo in realtà) anche nella ripresa, per un contatto sempre in area della Juve fra Bremer e Thuram. I due si scontrano spalla contro spalla, il bianconero non fa nulla di irregolare, un contatto di gioco che trova la sponda delle immagini.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

1
Moviola Inter-Juve: Maresca ideale, nessun rigore su Thuram
2
Disciplinare