Stipendi ai dirigenti: De Laurentiis taglia, Marotta Paperone, Lotito ci guadagna

Un interessantissimo viaggio di calcioefinanza.it nel mondo dei compensi ai cda: Juve spendacciona, la Roma seconda, Ferrero azzera tutto
Stipendi e Presidenti: De Laurentiis Taglia, Marotta Paperone, Lotito ci guadagna
TagsSerie AMilanInter

ROMA - La fonte è calcioefinanza.it. Il quid riguarda i compensi dei cda delle squadre di Serie A fino al termine della scorsa stagione. La notizia è che, come sul campo sportivo, anche su quello economico comanda la Juve. Con i suoi 4 milioni di euro investiti per il board dirigenziale, i bianconeri sono il club che più spende per i propri dirigenti.

Stipendi e Presidenti: De Laurentiis Taglia, Marotta Paperone, Lotito ci guadagna
Guarda la gallery
Stipendi e Presidenti: De Laurentiis Taglia, Marotta Paperone, Lotito ci guadagna
Taglio drastico del Napoli, De Laurentiis rispetto alla stagione 2013-2014, ha chiuso i rubinetti. Milan e Inter non essendo quotate in borsa non presentano il dettaglio degli stipendi, ma i rossoneri sono terzi in graduatoria in quanto a uscite. Poi due particolarità: Ferrero da quando è nella Samp, non senza polemiche sulla sua reggenza societaria, ha messo la voce zero ai compensi sul consiglio d'amministrazione. Lotito non percepisce emolumenti da presidente, ma guadagna sulla sua Lazio «attraverso i servizi che le sue società personali vendono ai biancocelesti», si legge su calcioefinanza.it. Il Guerin Sportivo, invece, di nuovo in edicola da oggi, presenta un interessantissimo viaggio negli stipendi ai calciatori: De Rossi, Higuain e Pogba i più pagati.

ECCO I COMPENSI DEI CDA A CONFRONTO NELLE STAGIONI 2013-14 E 2014-15

JUVE SPENDACCIONA - I quattro scudetti consecutivi e la finale di Champions di Berlino hanno prodotto un +16% del fatturato nell'ultima stagione. Si spiegano così i 4 milioni di euro elargiti ai 10 membri del cda. Il più pagato è l'ad Beppe Marotta (25mila euro da Amministratore, 1,2 milioni da Ad e 502mila euro da Direttore Generale dell'Area Sport. Più bonus: circa 638mila euro tra scudetto e Champions. A conti fatti percepisce la metà delle uscite generali. Fa specie che il patron Andrea Agnelli prenda "soltanto" 648mila euro.

IL GUERIN SPORTIVO DI NUOVO IN EDICOLA

TAGLIO NAPOLI - I quattro mebri della famiglia De Laurentiis e il braccio destro Andrea Chiavelli formano un cda che lo stesso patron ha messo in austerity. Il Napoli era la squadra che spendeva di più per i propri dirigenti, ma da 5,5 milioni della stagione 2013-14, si è passati al milione scarso dell'ultimo anno, con un taglio netto dell'82% sugli stipendi dirigenziali.

JUVE, POGBA È IL PIU' PAGATO - HIGUAIN LO STRANIERO PIU' RICCO

PALLOTTA SPENDE MA NON SI DA' LO STIPENDIO - La Roma si assesta sui 2,8 milioni di monte stipendi, resta seconda dietro alla Juve alla voce uscite e fa registrare un calo dell'8% rispetto alla passata stagione. Che si motiva con l'uscita dal cda di Claudio Fenucci, che in due anni ha sforato il milione di euro. In compenso i consiglieri sono aumentati da 4 a 11 (c'è anche la campionessa di calcio americana Mia Hamm). Pallotta non percepisce alcun emolumento, ma paga Zanzi 1,5 milione di euro e Baldissoni 760mila euro, oltre ai bonus legati agli obiettivi raggiunti. Il diesse Sabatini non è nel cda è sembra vicino all'addio, ma il suo contratto scade nel 2017 con uno stipendio lordo di 1,074 milioni di euro.

LE MILANESI - I dettagli, come detto, non ci sono. Non essendo quotate a Piazza Affari, Milan e Inter non forniscono il dettaglio dei compensi agli investitori. Quel che è certo è che l'Inter è passata da zero a 320mila euro, mentre il Diavolo con il doppio Ad Barbara Berlusconi-Galliani spende e spande: 2,5 milioni di euro.

TUTTO SULLA SERIE A - LA CLASSIFICA

LA ALTRE - Sampdoria, Fiorentina, Sassuolo e Torino sono le società italiane che si attestano sotto al milione di euro per i compensi dei loro amministratori. Ferrero e imbrigliato in tante vicende extrasocietarie da quando è arrivato alla Samp, ma di fatto ha azzerato i compensi per il cda. La Fiorentina ha tagliato: dagli 850 mila del 2013 ai 500 mila euro del 2014. Il Sassuolo ha una crescita del fatturato del 75% e logicamente politiche di investimento praticamente da grande società: 350mila auro al cda di Squinzi. Infine la Lazio: cìè la voce zero alla casella emolumenti cda, ma Lotito guadagna cifre consistenti con le sue società coinvolte nel progetto biancoceleste.

ECCO IL NUOVO GUERIN SPORTIVO

Ecco il nuovo Guerin Sportivo
Guarda il video
Ecco il nuovo Guerin Sportivo

 

Serie A, i migliori video

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti