Serie A, Frosinone-Inter 0-1: decide Icardi al 74' 

Un gol del bomber argentino, il 50esimo in 100 presenze, regala tre punti all'Inter. Sfortunata la squadra di Stellone, che nella ripresa colpisce due pali e una traversa
Serie A, Frosinone-Inter 0-1: decide Icardi al 74' © Getty Images
Valerio Minutiello
TagsFrosinoneInterNotizie Frosinone

FROSINONE - L'Inter trova la vittoria che voleva Mancini per il riscatto, dopo la sconfitta con il Torino, per continuare a sognare il terzo posto. La Roma adesso è a +5, con una partita in meno. Ancora quasi impossibile come missione, ma con questi tre punti resta una piccola speranza. Il risultato oggi era l'unica cosa che contava, però l'Inter sul piano del gioco non è che abbia brillato. Un bellissimo gol del bomber Icardi al 74', arrivato a quota 50 in 100 presenze, ha deciso il match, però Mancini non può essere pienamente soddisfatto (GUARDA LE FOTO). Nel primo tempo l'Inter non è stata quasi mai pericolosa. Nella prima parte della ripresa ha fatto anche peggio, rischiando moltissimo prima di passare in vantaggio.

Frosinone-Inter 0-1, Mancini torna alla vittoria
Guarda la gallery
Frosinone-Inter 0-1, Mancini torna alla vittoria
Il Frosinone ha aspettato, si è chiuso bene, e nel secondo tempo ci ha provato: sullo 0-0 ha centrato un palo con Paganini e poi una traversa con Pavlovic. A tre minuti dal termine, in inferiorità numerica, un tiro di Ciofani ha colpito il palo esterno: in tutto fa tre legni. L'Inter torna a vincere in trasferta dopo tre mesi, non succedeva dalla vittoria con l'Empoli, era l'Epifania. Il Frosinone incassa con rammarico la sconfitta, ma può ancora sperare nella salvezza.

PRIMO TEMPO - Mancini alla fine concede veramente una chance a Jovetic, in attacco insieme con Icardi. A centrocampo Brozovic e Melo centrali, con Perisic e Biabiany sulle fasce. Stellone, senza il bomber Dionisi squalificato, schiera il solito 4-3-3 con il tridente offensivo formato da Kragl, Daniel Ciofani e Paganini. Dopo la deludente sconfitta in casa con il Torino ci si aspetta un'Inter con il coltello tra i denti alla disperata caccia di quei punti che possono lasciare ancora viva una minima speranza per il terzo posto. I nerazzurri però non mettono così tanta paura al Frosinone. Jovetic non si vede praticamente mai e anche Icardi non desta grandi preoccupazioni alla retroguardia del Frosinone. L'Inter ci prova e crea un paio di buone occasioni, ma niente da far venire i brividi. Mancini in panchina si arrabbia spesso, perché vorrebbe molto di più dai suoi. Alla fine del primo tempo, l'unico tiro nello specchio della porta è del Frosinone: al 41' Kragl dal limite spara centrale tra le braccia di Handanovic.

DECIDE ICARDI - Nella ripresa comincia a piovere, il tempo peggiora e anche il gioco dell'Inter. I nerazzurri non alzano il ritmo anzi, e Mancini non cambia nulla. L'unica cosa che migliora è il Frosinone, che meriterebbe di passare in vantaggio. Al 56' ci va vicinissimo con Ciofani che sottoporta devia il pallone con l'anca, ma finisce fuori di poco. Al 63' Paganini in tuffo di testa centra il palo interno, ma la palla non vuole entrare. Il primo sussulto dell'Inter arriva al 66': su cross di Biabiany, Perisic si coordina e prova la botta al volo, ma non inquadra la porta. Dopo il palo, il Frosinone centra anche la traversa con una punizione spettacolare di Pavlovic. L'Inter, assistita dalla fortuna al Matusa, due minuti dopo trova il gol con il suo bomber Icardi, che al 74' di testa su cross di Perisic disegna uan traiettoria imprendibile.
Mauro Icardi e Wanda Nara, viaggio romantico a Parigi
Guarda la gallery
Mauro Icardi e Wanda Nara, viaggio romantico a Parigi
L'argentino festeggia la sua centesima presenza con l'Inter con un gol pesante. Anche se si è visto pochissimo per due terzi della gara, poi si è fatto trovare nel posto giusto al momento giusto. È il gol numero 50 per Icardi con l'Inter, quindi la media è precisa: un gol ogni due gare. All'87' con il Frosinone in inferiorità numerica per l'espulsione di Blanchard, Ciofani fa venire l'ultimo brivido a Mancini, con un diagonale, che accarezza il palo esterno prima di perdersi sul fondo. L'Inter torna a vincere, e sale momentanemente al quarto posto, a +2 sulla Fiorentina.

Inter, rinnova Nagatomo. Coi nerazzurri fino al 2019
Guarda il video
Inter, rinnova Nagatomo. Coi nerazzurri fino al 2019

Serie A, i migliori video

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti