Napoli-Cagliari 0-1: Castro beffa Ancelotti

Gli azzurri dominano, Maran trova il colpaccio in contropiede nel finale. Due pali di Mertens, espulso nel finale Koulibaly
Napoli-Cagliari 0-1: Castro beffa Ancelotti© Getty Images
Pasquale Salvione

Il Napoli domina, il Cagliari vince. Una partita incredibile al San Paolo, stregata per Ancelotti, perfetta per Maran, che centra la terza vittoria consecutiva e acciuffa in classifica gli azzurri. L’ha decisa Castro nel finale, sfruttando al meglio l’unico tiro in porta sardo della partita. Può solo recriminare il Napoli, che ha creato tanto ma è stato fermato dai pali (2) e dai miracoli di Olsen. Nel finale anche l’espulsione di Koulibaly che salterà la sfida di domenica con il Brescia.

Ancelotti, altra rivoluzione

Ancelotti conferma la regola dell’otto: come già fatto domenica dopo il Liverpool, cambia 8 uomini rispetto a Lecce (confermati solo Maksimovic, Zielinski e Insigne) nel tentativo di mandare in campo una squadra fresca nella mente e nelle gambe. Maran, invece, senza Pavoletti e Nainggolan, si affida in avanti soprattutto alla verve di Simeone, che due anni fa spense le illusioni azzurre di scudetto quando indossava la maglia della Fiorentina. L’incubo sembra tornare subito nella mente dei tifosi del Napoli in avvio di partita, perché proprio il Cholito spaventa due volte il San Paolo in pochi minuti. E’ un cliente difficile il Cagliari e Ancelotti lo capisce dalla difficoltà con cui il Napoli riesce a costruire occasioni pericolose, pur avendo un netto predominio sul possesso palla. Lozano e Zielinski non sono precisi da fuori, serve un miracolo di Olsen invece per chiudere su un tocco ravvicinato di Insigne, bravo a dettare l’imbucata a Mertens ma meno nella conclusione. E’ l’unico tiro in porta di un primo tempo molto tattico e molto equilibrato.

Napoli ko, segna Castro: il Cagliari sbanca il San Paolo
Guarda la gallery
Napoli ko, segna Castro: il Cagliari sbanca il San Paolo

Il Napoli spreca, il Cagliari no

Con Koulibaly al posto dell’acciaccato Maksimovic, il Napoli cambia registro nel secondo tempo, spinge sull’acceleratore e mette all’angolo il Cagliari, costretto quasi sempre a difendersi. Ancelotti chiede il massimo sforzo dalla panchina e le occasioni fioccano: due pali di Mertens, tre grandi interventi di Olsen su Zielinski, Manolas e Koulibaly, due pericolosi colpi di testa di Di Lorenzo e Callejon, un salvataggio sulla linea di Pisacane. Crea ma non sblocca il Napoli e Ancelotti gioca il tutto per tutto: dentro anche l’artiglieria pesante, Llorente e Milik per Insigne e Lozano. Maran sembra all’angolo e risponde con Cerri e Castro per Rog e Simeone. Llorente si fa subito sentire e sfiora due volte il gol di testa, ma è il Cagliari a colpire nel finale in contropiede nell’unica ripartenza della ripresa: il gol della vittoria lo firma Castro di testa tutto solo davanti a Meret. Protesta per un fallo nell’azione il Napoli e Koulibaly viene espulso dall’arbitro. Resiste fino alla fine il Cagliari e porta a casa tre punti d’oro, per il Napoli è il secondo ko in campionato: l'Inter è già a +6.

Napoli-Cagliari 0-1: tabellino e statistiche

Classifica Serie A

 

Serie A, i migliori video

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti