Serie A
0

L'Inter batte l'Atalanta e conquista il secondo posto. Il Milan stende il Cagliari

D'Ambrosio e Young regalano ad Antonio Conte la vittoria a Bergamo. La Dea rimane terza grazie al successo del Napoli sulla Lazio. Ibrahimovic trascina i rossoneri nonostante un rigore sbagliato

L'Inter batte l'Atalanta e conquista il secondo posto. Il Milan stende il Cagliari
© ANSA

MILANO - Il campionato di Serie A si conclude con una vittoria per l'Inter, che batte l'Atalanta a Bergamo e conquista il secondo posto in classifica. Decisivi per la squadra di Antonio Conte i gol di D'Ambrosio e Young realizzati nel primo tempo. La Dea chiude comunque al terzo posto, sotto ai nerazzurri, grazie alla vittoria del Napoli al San Paolo contro la Lazio. Sorrisi anche sull'altra parte del Naviglio: il Milan travolge con un secco 3-0 il Cagliari. La squadra di Pioli trova il vantaggio grazie all'autorete di Klavan, poi nella ripresa firmano la vittoria Ibrahimovic e Castillejo.

Risultati e classifica di Serie A

Inter, secondo posto blindato

Nemmeno un minuto di gioco e l'Inter è già in vantaggio: dagli sviluppi di un corner Gollini sbaglia l'uscita e D'Ambrosio, completamento solo, segna di testa l'1-0. I problemi per i padroni di casa continuano e al 5' Gollini deve lasciare il campo e al suo posto entra Sportiello. Dopo 20' la squadra di Conte raddoppia con un meraviglioso gol di Ashley Young, bravissimo a convergere dalla sinistra e indovinare il destro a giro che non lascia scampo al portiere della Dea. La squadra di Gasperini è alle corde e prova a reagire con Zapata, ma la difesa ospite si comporta egregiamente, portando il risultato all'intervallo sullo 0-2. Dopo un quarto d'ora nella ripresa, l'allenatore dei bergamaschi prova a rivoluzionare l'Atalanta: dentro Muriel, Malinovskyi e Hateboer, fuori Pasalic, Freuler e Castagne ma è sempre l'Inter a rendersi pericoloso con Gagliardini, che sfiora il palo alla destra di Sportiello. A dieci minuti dal termine Sanchez firma il terzo gol per i nerazzurri, ma la posizione è irregolare e l'arbitro annulla per fuorigioco. L'Atalanta sfiora il 2-1 con Gosens, che all'83' mette fuori di un niente una palla gol servita da Muriel. Nel finale le emozioni proseguono: Lukaku non trova il tris e dall'altra parte Zapata va vicinissimo alla porta di Handanovic. Il centravanti colombiano è l'ultimo ad arrendersi insieme a Malinovski, ma le loro conclusioni non trovano lo specchio. L'Inter chiude il campionato al secondo posto, l'Atalanta rimane terza grazie alla vittoria del Napoli sulla Lazio. 

Tabellino e statistiche di Atalanta-Inter

Ibrahimovic show, Cagliari ko!

Il Milan parte forte e dopo essersi affacciato subito dalle parte di Cragno, trova il vantaggio all'11 grazie all'autogol di Klavan: Leao colpisce il palo calciando in diagonale e il difensore è sfortunato nel rimpallo, mandando il pallone nella sua porta. Leao è ispiratissimo e al 24' trova una traversa incredibile con una rovesciata. Un'acrobazia straordinaria, respinta soltanto dal legno. Leao, il più ispirato della serata, è costretto a uscire per infortunio al 38' e cinque minuti più tardi la squadra di Pioli ha la possibilità di raddoppiare su calcio di rigore. Ibrahimovic, però, dagli undici metri si fa ipnotizzare da Cragno, che blocca adirittura la sfera e tiene a galla il Cagliari. Ad inizio ripresa Calhanoglu si divora il 2-0: Ibra crossa per il turco, che calcia tutto solo in area ma spara clamorosamente sopra la traversa. Al decimo del secondo tempo Ibrahimovic si fa perdonare l'errore precedente e sigla il 2-0 con un bolide dal limite dell'area imparabile per Cragno. Due minuti più tardi arriva il tris rossonero: Bonaventura serve il pallone rasoterra dalla destra, Castillejo controlla e di mancino mette in rete. Nel finale una bella notizia per il Cagliari: dopo mesi di calvario torna in campo Pavoletti.

Tabellino e statistiche di Milan-Cagliari

Tutte le notizie di Serie A

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti