14 positivi al Genoa, scatta l’allarme in serie A: ecco quello che può succedere

Trema il Napoli: tamponi a giocatori e staff per tutta la settimana. E' scattato l'allarme rosso: l'ultima parola spetterà al Consiglio di Lega. Torna caldo il tema dei playoff in Serie A
14 positivi al Genoa, scatta l’allarme in serie A: ecco quello che può succedere© Getty Images

MILANO – Bufera Covid sulla Serie A. Le 14 positività registrate nel gruppo squadra del Genoa mettono a rischio almeno due partite: innanzitutto la sfida contro il Torino della squadra rossoblù, in calendario sabato, ma anche il big-match tra Juventus e Napoli di domenica sera. Già perché i nuovi contagi, dopo quelli di Perin e Schöne, sono emersi dai tamponi effettuati ieri mattina, all’indomani quindi dell’incontro tra la formazione di Maran e quella partenopea. Anche il Napoli, insomma, è a forte rischio. Basti ricordare, al di là delle normali fasi di gioco, anche le mischie e i contatti ravvicinati che si sono ripetuti nelle fasi finali della gara. Oggi, comunque, giocatori e staff del Napoli verranno sottoposti a una prima tornata di test molecolari. Ma c’è il tempo di incubazione da considerare e, dunque, si proseguirà per tutta la settimana.

Il Napoli fa festa a metà. Goleada al Genoa ma Insigne va ko
Guarda la gallery
Il Napoli fa festa a metà. Goleada al Genoa ma Insigne va ko

Si ragiona su Juve-Napoli 

In Lega è già scattato l’allarme. Dopo il lockdown era andato tutto bene, ma questo è un vero e proprio scoglio che complica la prosecuzione del torneo. Quello in casa rossoblù, infatti, è da ritenere come un vero e proprio focolaio. Le Ats di riferimento hanno già preso in carico la situazione. In base al regolamento della Fifa, per scendere in campo sono sufficienti 13 tesserati, potendo inserire nell’elenco anche elementi della Primavera. L’orientamento di via Rosellini, però, è quello di rinviare Genoa-Torino. Non essendo coinvolte squadre impegnate nelle coppe europee, il recupero sarebbe più semplice da incastrare in un calendario comunque fitto. Diventerebbe decisamente meno agevole, invece, gestire uno spostamento anche di Juve-Napoli, visto che si dovrebbe tenere conto pure del programma di Champions ed Europa League oltre che dalla finale di Supercoppa italiana, che vedrà bianconeri e azzurri contrapposti. Le decisioni sui rinvii sono di competenza del Consiglio di Lega. E, dopo quello di ieri, al momento non ce n’è un altro fissato. Potrebbe però esserne convocato uno al volo già oggi.

Si riapre il tema dei playoff in Serie A

Il “focolaio” del Genoa e i possibili sviluppi a Castelvolturno inevitabilmente sono destinati a riaprire il tema dei playoff in Serie A. Il presidente della Figc Gravina li ha sponsorizzati anche dopo l’ultimo Consiglio Federale, dopo che i club della massima serie non li avevano neppure considerati come un’opzione ad agosto. Cosa succederà se la Lega si renderà conto che non esistono i margini per portare avanti il torneo nel suo normale svolgimento? La pausa per le nazionali (da lunedì) darà una mano e potrebbe essere utile a negativizzare qualche contagiato senza rinviare incontri di A. Resta il fatto, però, che recuperare partite quest’anno, con l’obbligo di giocare l’Europeo a inizio giugno, sarà estremamente complicato. D’altro canto, però, le tv hanno contratti per trasmettere 380 match e l’avvento dei play off (dopo il girone d’andata?) aprirebbe un altro fronte che è già stato causa di tensioni alla fine della scorsa stagione.

Serie A, i migliori video

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti